Apri il menu principale

Modifiche

citaz
*Guardando Maria possiamo anche anticipare in noi quello che sarà l’uomo secondo lo Spirito Santo; il futuro di Maria è già presente. <ref name=candido/>
*Immacolata Concezione questo significa: che Maria ha anticipato, in qualche modo, la condizione ultima verso cui noi andiamo. In lei si manifesta, per trasparenza privilegiata, la nostra condizione futura. <ref name=candido/>
*La certezza nel Vangelo non è mai un assenso interiore inerte: è un progetto di vita nel mondo. <ref name=candido/>
*La fede nell’assunzione di Maria non è un’esaltazione, con immagini impossibili, di un corpo glorioso che non sappiamo dove collocare: tutto è nel mistero di Dio, in cui non entriamo perché egli è al di là del velo del santuario che non si aprirà ai nostri occhi se non quando esso si squarcerà. Quel che conta, invece, è poter vivere nel mondo una storia che ripeta le meraviglie che Maria qui canta e che sono meraviglie di salvezza nel tempo. <ref name=candido/>
*La verità è che Maria visse il mistero di Gesù con inconsapevolezza. Essa non sapeva che cosa sarebbe avvenuto. Conservava nel suo cuore le parole che la turbavano e fu presente sotto la Croce come una madre che vede il supplizio del suo figlio. È entrata fino in fondo nella oscurità della vita. Per questo partecipa anche lei alla resurrezione… Noi affermiamo che essa è stata unita alla resurrezione del Cristo perché è entrata nell’oscurità della sua passione. <ref name=candido/>
*Maria non è, per così dire, una ‘devota’. Quante sono le devote alla Madonna che appena si parla di problemi sociali e politici, inorridiscono! Ma la Madonna, quando esulta, esulta perché ‘Dio ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore, ha rovesciato i potenti, ha innalzato gli umili, ha saziato gli affamati, ha rimandato a mani vuote i ricchi’. È un capovolgimento sociale e politico quello che Maria contempla, per esaltare il Padre. In questa esaltazione è riflessa la coscienza di una scelta di vita, una scelta dove tutti i valori si trasformano. <ref name=candido/>
*[[Maria]], trasparenza del futuro.<ref name=candido>Citato in Luigi de Candido, ''La ‘mariologia’ viva '', in ''Madre di Dio'', 11 novembre 2003.</ref>
*Noi non possiamo ereditare dal passato la Parola di Dio irrigidita nelle forme di meditazione con cui è stata arricchita: dobbiamo rimeditarla noi, nel nostro cammino. <ref name=candido/>
*Questa umiltà creaturale non è l’umiltà dello schiavo, non è l’umiltà di fronte all’incomprensibile fato, è l’umiltà filiale così come è rappresentata da Maria, che discute, che vuol comprendere, che ha le sue obiezioni da fare. <ref name=candido/>
 
==Note==
12 407

contributi