Differenze tra le versioni di "Walter de Silva"

m
 
*{{NDR|«Nel 2035 tutto cambia con lo stop a benzina e diesel. Come vede il futuro?»}} Intanto analogico e digitale dovranno trovare un loro equilibrio. Vedo un forte lavoro di [[innovazione]] sulla componentistica delle automobili: se andiamo verso una miniaturizzazione dei componenti, avremo maggiore libertà per disegnare sia gli spazi interni sia l'involucro esterno. Il designer avrà un grande ruolo, sicuramente, così come i nuovi brand, se sapranno imporsi con nuove proposte non solo di prodotto, ma anche di servizio. Spero, che non vuole dire vedo, che l'aggressività diminuisca e che lasci il posto a un design più consapevole, più colto, più libero.<ref name="Cibrario"/>
 
{{Int2|1=''[https://www.ilsole24ore.com/art/se-mi-offrissero-l-alfa-vacillerei-AEqpTKRC «Se mi offrissero l’Alfal'Alfa, vacillerei»]''|2=Intervista di Paolo Bricco, ''Ilsole24ore.com'', 24 settembre 2017.}}
*A [[Torino]], ero arrivato da [[Milano]] nel 1961, all'età di 10 anni, quando mio padre Emilio, architetto e disegnatore a cui si deve il fumetto di fantascienza ''L'Astrale'', era passato dalla ButanGas alla Fiat, ufficio Stampa e Propaganda. A Milano vivevamo fra la casa nostra e la casa delle mie zie, fra via Washington e corso di Porta Romana, giocando per strada, bussando ai vicini per avere una tazza di latte e biscotti, in abitazioni che avevano le chiavi nelle toppe ma le porte aperte. Andavo in una scuola elementare montessoriana. Eravamo dei monelli. Milano era bellissima agli occhi di un [[bambino]]. Il trasferimento a Torino fu un trauma. Nella quinta elementare di corso Marconi erano tutti in divisa, vigeva un clima di ordine e di terrore, nessuno poteva portare i suoi giocattoli. Abitavamo vicino al Parco del Valentino. A me sembrava che, nelle strade tutte cardo e decumano di quella nuova città, non ci fosse nessuno. [...] Devo tutto a quella Torino, così dura e insopportabile.
*Per me il design è [[disciplina]] e [[filosofia]]. La sintesi di questi elementi, in particolare nella progettazione di qualcosa che poi si inserirà nel mondo e nella [[società]] influendo sulla vita degli uomini, non può che essere di natura etica.
3 033

contributi