James Tiberius Kirk: differenze tra le versioni

Nessun oggetto della modifica
*Non sempre nel nostro lavoro ci rendiamo conto del tutto. Ne prendiamo atto e andiamo avanti.
*A questa astronave ho dato tutto, tutta la mia vita. Non posso liberarmene. Devo vivere per lei. [...] Adesso lo so: è come una donna, come una donna viva, da toccare, da possedere, una spiaggia da raggiungere, come se avesse capelli soffici da accarezzare.
*Uno dei vantaggi di essere [[capitano]], dottore, è di poter chiedere consigli senza averne bisogno.
*Non si diventa infedele d'un colpo.
*I mondi possono cambiare, le galassie disintegrarsi, ma una [[donna]] rimane sempre una donna.
*La storia è un giudice implacabile.
*Più complessa è la mente, più grande è il bisogno della semplicità del [[gioco]].
*È tempo che impariate che la libertà non è mai un dono.
*Senza libertà di scelta, non c'è [[creatività]], e senza creatività non c'è vita.
*{{NDR|Su [[Khan Noonien Singh]]}} Era il migliore dei tiranni, e il più pericoloso.
*Noi esseri umani abbiamo una vena di barbarie in noi, incomprensibile ma senza dubbio presente.
*Morte. Distruzione. Malattie. Orrore. La [[guerra]] è fatta di questo, Anan. Ecco perché bisogna evitarla.
*Gli istinti si possono dominare. Siamo esseri umani con le mani imbrattate dal sangue di milioni di anni di barbarie, ma possiamo evitarlo. Ammettiamo pure di essere assassini, ma oggi possiamo non uccidere. Questo basta: la consapevolezza che possiamo non uccidere.
*L'uomo ristagna senza [[ambizione]], senza desiderio di migliorarsi.
*Il signor Spock è molto più forte di qualsiasi essere umano. Se provocato crudelmente, può anche arrivare ad uccidere.
*Forse siamo nati per lottare, non per il paradiso. Forse preferiamo guadagnarcelo da soli lottando, tracciarci la strada da soli con le nostre forze. Non siamo capaci di danzare al suono di un dolce liuto, ma per marciare al suono del tamburo.
====[[Star Trek (serie classica)#Seconda stagione|Seconda stagione]]====
*Siamo uguali. Condividiamo la stessa storia, lo stesso retaggio, la stessa vita. Siamo uniti aldilà di ogni possibile diversità. Uomo o donna, non fa nessuna differenza. Siamo umani. Siamo umani! Non lo dimentichi, tenente. Ecco come potrà farlo: ricordando che cosa è lei, un piccolo insieme di carne e sangue nell'universo. Questa è l'unica cosa che veramente le appartiene: il resto dell'umanità.
*La nostra logica è l'[[irrazionalità]]. È un grande vantaggio.
*La nostra specie può sopravvivere solo se ha degli ostacoli da superare. [...] Senza di essi, che ci rafforzano, siamo destinati a morire.
*La Flotta Astrale ricorre alla forza solo in casi estremi, come ultima istanza.
*Quando è eccessivo, tenente, perfino l'amore non è più piacevole.
*Noi eravamo come voi molto tempo fa. Poi, le nostre armi si svilupparono più della nostra saggezza, e per poco non ci distruggemmo. E da questo esempio traemmo una regola che osserviamo senza eccezioni: evitare che succeda la stessa cosa ad altri mondi. In poche parole, gli uomini devono crescere a proprio modo e nel proprio tempo.
*Il [[rischio]]! Il rischio è parte del nostro lavoro.
*Il problema del [[nazismo]] non era tanto la malvagità e la psicopatia dei suoi capi, quanto l'assoluta mancanza di democrazia.
*{{NDR|Sulla [[Prima Direttiva]]}} Il comandante di un astronave è legato al giuramento di sacrificare la propria vita e quella del suo equipaggio piuttosto che violare questa regola fondamentale.
*Sul mio pianeta, abbiamo trovato parole simili a queste in molte terre, in molti paesi, tutte ugualmente buone e ugualmente meritevoli di rispetto. Ma da nessuna parte, in nessun'altra terra è stata detta una cosa così importante, e soprattutto in questo modo. Guardate queste parole scritte più in grande delle altre e con estremo orgoglio, parole mai scritte prima, né più ripetute d'allora, parole che dicono fieramente "Noi il popolo". [...] Non sono state scritte per i capi, i re, i guerrieri, ricchi o i potenti, ma per tutto il popolo. Col passare dei secoli, voi avete deformato il significato di queste parole: "Noi, popolo degli Stati Uniti, per formare un unione perfetta, stabilire la giustizia, assicurare la tranquillità nazionale, provvedere alla difesa comune, promuovere il generale benessere e assicurare il bene supremo della libertà a noi stessi e ai nostri postemi, ordiniamo e fissiamo la costituzione". Queste parole e le parole che seguono [...] devono essere applicabili a tutti quanti, o non avvrebbero senso.
*Un [[Genialità|genio]] non segue mai uno schema prestabilito. Forse che Einstein, o Kazanga o Sitar su Vulcano hanno formulato nuove teorie secondo un programma preciso? Non puoi dire "oggi farò qualcosa di geniale". Non importa quanto ci vuole, l'essenziale è arrivare.
 
====[[Star Trek (serie classica)#Terza stagione|Terza stagione]]====
25 946

contributi