Differenze tra le versioni di "Enrico Panzacchi"

dati bibliografici
(Ernesto Masi)
(dati bibliografici)
 
==Citazioni di Enrico Panzacchi==
*[[Ernesto Masi]] è, per dirlo alla francese "un grande amoroso" del suo soggetto {{NDR|Carlo Goldoni}}; e non è da poco tempo che egli lo viene, con molte e insigni prove, dimostrando. Qui lo dimostra al punto che, talvolta, a certe patenti bellezze delle scene goldoniane, egli sente il bisogno d'intervenire, richiamando con una nota l'attenzione del lettore; tant'è la sua tema che possano passare inosservate. Sollecitudini d'innamorato; e giovano anch'esse. Chi arde, incende. (da<ref>Da ''[https://archive.org/details/mortieviventi00panzuoft/page/n4/mode/1up Morti e viventi]'', Cav. Niccolò Giannotta editore, Catania, 1898, p. 113).</ref>
 
==''Lyrica. Romanze e canzoni''==
==Citazioni su Enrico Panzacchi==
*Poeta melico per eccellenza, egli fu per un certo tempo il poeta di tutti i romanzieri e questo genere d'arte che rispondeva intimamente al suo sentimento di melico, fu sempre la nota dominante di tutta la sua poesia ([[Ernesto Lamma]])
 
==Note==
<references />
 
==Bibliografia==
31 829

contributi