Differenze tra le versioni di "Luigi Cibrario"

l'arresto del Carmagnola
(l'arresto del Carmagnola)
'''Giovanni Antonio Luigi Cibrario''' (1802 – 1870), storico, numismatico, magistrato e politico italiano.
 
==[[Incipit]] di ''La morte del conte Carmagnola''==
===[[Incipit]]===
[[Francesco Bussone]], nato verso il 1390 di picciol sangue in Carmagnola, grossa terra del Piemonte. di cui, secondo il vezzo soldatesco, portò sempre il nome, dimostrò nella propria persona uno de' più grandi e più lagrimevoli esempli di prospera e di contraria fortuna. Datosi all'armi, dai più umili uffici si fe' col proprio valore scala ai più sublimi. Accoppiò alla valentia, alla scienza militare gran dovizia di politici accorgimenti; usò, secondo l'occasione, ora la forza, ora le vie coperte e gl'inganni; talora anche la crudeltà; ed acquistò fama di primo capitano dell'età sua. <!--(p. 7)-->
 
===Citazioni===
Disceso il Carmagnola per andarsene a casa, mentre attraversava il cortile, signor Conte, gli disse uno de' gentiluomini che lo accompagnavano, venga da questa parte. Non è la strada, rispose il Carmagnola; anzi è la via dritta, replicò l'altro, e in quel punto sbucarono gli sgherri e lo sospinsero nelle prigioni che un breve ponte, chiamato con infelicissimo augurio ponte de' sospiri, congiunge al palazzo ducale. Dicesi che a quell'atto travedesse quel misero il fato che gli soprastava, e sclamasse: son morto. (p. 24)
 
==Bibliografia==
25 543

contributi