Sloan Wilson

romanziere statunitense

Sloan Wilson (1920 – 2003), scrittore statunitense.

Incipit de L'uomo dal vestito grigioModifica

Dopo che ebbero abitato per sette anni nella piccola casa di Greentree Avenue, a Westport, nel Connecticut, la detestarono entrambi. Questo per svariati motivi, nessuno dei quali logico, ma tutti determinanti.[1]

Scandalo al soleModifica

IncipitModifica

L'isola Pine, nel Maine, scaturisce dal mare come un enorme castello medioevale. Si leva laggiù, unica isola visibile della costa, e con i suoi gotici dirupi sfida i cavalloni che avanzano dall'Atlantico settentrionale. Veniva fatto di domandarsi come mai si trovasse lì. A giudicare dal suo aspetto, doveva essersi prodotta qualche esplosione sotterranea, oppure doveva essere stata una collisione di forze immani a proiettare in alto quell'unica isola e a lasciarla emergere come un rappreso grumo di violenza. Benché alcuni dei non vasti prati nell'entroterra offrissero buoni pascoli alle greggi, e le acque dello stagno fossero dolci, le montagne erano pericolose.

CitazioniModifica

  • Siamo tutti quanti degli snob da far paura e abbiamo la tendenza a odiare si può dire ogni cosa tranne noi stessi. (p. 7)
  • Il fatto che abbiamo perduto la ricchezza non significa che dobbiamo perdere la dignità. (p. 12)

NoteModifica

  1. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

BibliografiaModifica

  • Sloan Wilson, Scandalo al sole (A Summer Place), traduzione di Bruno Oddera, A.M.E.,1960, Edizioni Gente, 1990.

Altri progettiModifica