Shi (popolo)

Ballerini shi in costumi tradizionali

Citazioni sugli shi.

CitazioniModifica

Denis MukwegeModifica

  • Da tempi antichi era diffusa nel nostro continente l'idea di un Padre protettore e garante di una vita nell'aldilà. Celata dietro nomi e forme diverse, l'idea di Dio era presente nelle credenze popolari della maggior parte delle tribù e dei gruppi etnici. Quello a cui appartenevo io, i bashi, non faceva eccezione. Dio era chiamato Namuzinda, che significa «l'Ultimo». In altre parole, colui che sarebbe rimasto anche dopo la fine del mondo.
  • Il fatto è che la nostra famiglia è di etnia bashi, un gruppo etnico stanziato nel Sud Kivu, dove la maggioranza della popolazione è cattolica. Tuttavia, l'etnia affonde le sue radici nella zona di Kaziba, dove da più di un secolo è insediata la missione protestante norvegese, che è riuscita ad affermare la propria tradizione religiosa. In altre parole, gli abitanti di Kaziba o quelli che ci vivono da più generazioni si distinguono agli altri bashi, formando una specie di sottogruppo chiamato bazibaziba. È una comunità molto coesa, dove regna un forte spirito di solidarietà, e la maggior parte dei matrimoni è contratta all'interno del gruppo. Sono rari i casi in cui un cattolico viene ammesso all'interno di una famiglia.
  • Nella nostra cultura, i figli maschi ereditano la terra e, prima che raggiungano l'età da matrimonio, i padri devono provvedere ad accumulare una mandria di mucche abbastanza numerosa da poter pagare una dote. Senza una famiglia alle spalle, ci si presenta in società a mani vuote e diventa molto difficile prendere moglie.

Altri progettiModifica