Sergio (film 2020)

Film Originale Netflix

Sergio

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Sergio

Lingua originale inglese
Paese Regno Stati Uniti d'America
Anno 2020
Genere drammatico, biografico
Regia Greg Barker
Sceneggiatura Craig Borten
Produttore Wagner Moura, Brent Travers, Daniel Dreifuss
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sergio, film del 2020 con Wagner Moura e Ana de Armas, regia di Greg Barker.

IncipitModifica

Sergio: Allora, che cosa vorrebbe che dicessi?
Giornalista: Mostreremo il video ai nuovi membri dello staff il loro primo giorno.
Sergio: Bene, allora quindi qualche saggio consiglio sincero. Giusto?
Giornalista: Racconti come è diventato Alto Commissario dei Diritti Umani.
Sergio: Santo cielo. Lei capirà che non posso sintetizzare trentaquattro anni in tre minuti.
Giornalista: Può dirci dove ha prestato servizio: Cambogia, Timor, Bosnia.
Sergio: Libano, Ruanda. Mi sta chiedendo di raccontare la mia vita, ma suppongo che debba essere un messaggio motivazionale, giusto?
Giornalista: Senza dubbio.
Sergio: Ok. Salve, mi chiamo Sérgio Vieira de Mello. Sono brasiliano. E attualmente sono l'Alto Commissario dell'ONU per i diritti umani. Questa organizzazione è l'opportunità migliore che potete avere per realizzare i vostri sogni. Non dimenticate mai che le vere sfide e le vere ricompense nel servire le Nazioni Unite, le troverete là fuori per la strada, dove le persone stanno soffrendo e hanno bisogno di voi.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • In guerra nessuno può provvedere quale potrà essere il costo di vite umane, ma sarà alto. È inevitabile. (Sergio)
  • Nel tragitto fin qui, mi sono chiesto: "Come mi sentirei se vedessi delle truppe straniere a Rio de Janeiro, la mia città". Non mi piacerebbe. E vorrei che se ne andassero via il più in fretta possibile. Io credo che il nostro ruolo qui sia quello di riuscire ad aiutare la gente irachena a sostituirsi alla coalizione il più presto possibile e a ristabilire a pieno la propria autorità. E non possiamo associarci in nessun modo a quel comportamento che abbiamo visto lungo la strada. (Sergio)
  • Per tutta la vita ho coltivato la terra. Oggi, la mia terra, la mia famiglia sono tutti morti. Non ho niente. Sa cosa voglio? Voglio salire in cielo e diventare una nuvola. E poi attraversare il cielo fino al luogo in cui sono nata. E quando arrivo, cadere come pioggia. Allora restare per sempre sul mio terreno, nel mio Paese. (Senhorinha)
  • Io so cosa voglio dalla mia vita, Sergio. Non aspetterò che tu decida cosa vuoi per la tua. (Carolina)

Altri progettiModifica