Apri il menu principale

Seinfeld (quarta stagione)

lista di episodi della quarta stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: Seinfeld.

Indice

Seinfeld, quarta stagione.

Episodio 5, Il portafogliModifica

  • Ah! Il velcro! Io odio il velcro! Ha quel suono dilaniante! È una tortura per le orecchie! Dovrebbero mettere in galera chi l'ha inventato! (Morty)

Episodio 17, La coppia gayModifica

  • Adesso sto cominciando veramente a stancarmi di fingere entusiasmo ogni volta che è il compleanno di qualcuno! Sapete cosa intendo? In fondo che cosa c'è di speciale? Quante volte siamo costretti a festeggiare la nascita di una persona? Ogni anno sempre la stessa storia! Tutto sta nel restare vivi per dodici mesi! La faccenda è tutta qui. (Jerry)
  • Elaine: Dì un po': secondo te chi è stato il capo di stato meno affascinante?
    Jerry: Vivente o di tutti i tempi?
    Elaine: Di tutti i tempi.
    Jerry: Beh, in questo caso non c'è dubbio: Brežnev. È il primo e l'ultimo della lista.
    Elaine: Ah, non saprei. Hai mai guardato bene de Gaulle?
    George: Lyndon Johnson era più brutto di de Gaulle!
    Elaine: No, non sono d'accordo. Golda Meir secondo me li batteva tutti!
    Jerry: Golda Meir. Certo. Certo.
    Elaine: [Sussurrando] Ehi, avvicinatevi, sù. Ci sono due ragazze dietro di voi. Stanno origliando.
    George: Davvero?
    Elaine: [Ad alta voce] Ragazzi, il fatto che siate omosessuali non significa proprio niente. Secondo me dovreste uscire allo scoperto e vivere serenamente la vostra diversità! [Ridacchia tra sé e sé]
    George: [Stando al gioco] Allora che ne dici? Comunque amerò per sempre solo te per tutta la vita!
  • Jerry: Già, me lo dicono sempre.
    Elaine: Che cosa?
    Jerry: Che sono gay. Tanti lo pensano.
    Elaine: Qualche volta chiedono anche a me se lo sei.
    Jerry: Già perché sono single, magro e anche ben fatto.
    Elaine: E vai anche molto d'accordo con le donne.
    George: Bene, questo mi mette al sicuro.
  • George: [Entrando in casa senza nemmeno salutare] Sai, ho trovato un nome d'arte fantastico in caso diventassi una porno star!
    Jerry: Davvero? E quale? Toro furente?[1]
  • Jerry: Non siamo gay! Non che ci sia niente di male a esserlo.[2]
    George: No, no di certo.
    Jerry: Beh, niente in contrario se lei lo è.
    George: Sicuro!
    Jerry: Sa, io ho molti amici gay.
    George: Mio padre è gay!
  • [Urlando a squarciagola a una giornalista per provare di non essere gay] Senta vuole fare l'amore con me ora? Vuole che facciamo un po' di sesso? Su, forza! Coraggio! Che sta aspettando! Venga! Andiamo! (George)

Episodio 23, Il pilota (parte 1)Modifica

  • Secondo me il concetto di "paura del successo" è la prova che siamo arrivati a grattare il fondo della botte per quanto riguarda le paure. Ci vorrebbero dei gruppi terapeutici per queste persone, del genere "Salve, mi chiamo Bil e l'unica cosa che mi atterrisce è possedere un telefonino e una poltrona Frau". (Jerry)
  • Secondo autorevoli ricerche quello che spaventa di più la gente è parlare in pubblico. Al secondo posto viene la morte. La morte viene al secondo posto! Questo significa, parlando ovviamente in generale, che ad esempio ad un funerale staremmo meglio nella bara che a fare il discorso funebre. (Jerry)
  • Kramer: Perché non posso avere la parte di Kramer?
    Jerry: Senti, ne abbiamo già parlato. Tu non sai recitare.
    Kramer: Se è per questo nemmeno tu!
    Jerry: Lo so! Perché dovrei aggiungerne un altro che non sa recitare?
    Kramer: Andiamo Jerry, non sarà poi così difficile! Dai, di qualcosa e io farò finta che sia divertente!
  • Russell Dalrymple: Oh, stiamo facendo cose molto interessanti al momento. Ti piacerebbero. Stiamo lavorando a una serie nuova con un giovane cabarettista che è una bomba. Si chiama Jerry Seinfeld.
    Elaine: Ah, sì. Sì, ne ho sentito parlare. Quello che dice "Avete mai pensato a questo?" "Avete mai pensato a quello?" Dice così.
    Russell Dalrymple: C'era anche lui al ristorante la sera che ti ho conosciuto. Ehm, be', sono certo che sarà un bel successo.
    Elaine: Davvero? E di che cosa tratterà?
    Russell Dalrymple: Ecco...No, non è come pensi. È davvero molto insolita: sarà basata su niente.
    Elaine: Che vuol dire "basata sul niente"?
    Russell Dalrymple: Ad esempio, vediamo...Tu cosa hai fatto oggi?
    Elaine: Mi sono alzata poi sono andata al lavoro e adesso sono qui con te.
    Russell Dalrymple: Questo è lo show! Proprio questo.
  • George: Dio non mi concederà il successo! Piuttosto mi ammazza! Non me lo concederà mai!
    Psicologa: Pensavo che lei non credesse in Dio.
    George: Be', per le cose brutte sì!
  • Anche gli uomini belli hanno dei vantaggi. Tu conosci degli uomini belli senza casa? (Jerry)
  • Io faccio parte di quella schiera che non muore con dignità. Ho vissuto nella bassezza, perché dovrei morire con dignità!? (George)
  • Interprete di Elaine: Che tipo è Elaine? Parlami un po' di lei.
    Jerry: Bene, è fissata con l'ecologia, le piace stuzzicare gli animali, mentire e spaventare a morte le persone che incontra, getta via la spazzatura dalla finestra eppure è estremamente raffinata.
    Interprete di Elaine: Come mangia un hamburger?
    Jerry: Con le mani.
    Interprete di Elaine: E un piatto di spaghetti?
    Jerry: Lo stesso. Con le mani.
  • Interprete di Kramer: Vedi, io reciterò un personaggio uguale a me, non uguale a te.
    Kramer: Tu devi recitare la mia parte. Io sono Kramer!
    Interprete di Kramer: Io sono Kramer!
    Kramer: Chiariamo: io sono Kramer!
  • Le donne si lamentano delle innumerevoli cose che sono costrette a fare per conquistarsi l'attenzione degli uomini: tacchi alti, linea perfetta, make up... Ma credetemi, per noi uomini è ancora peggio perché noi uomini non sappiamo cosa fare. È per questo che costruiamo ponti, scaliamo montagne, partiamo all'esplorazione di territori sconosciuti! Pensate che a noi piaccia fare queste cose? A nessuno va di costruire un ponte! (Jerry)

Episodio 24, Il pilota (parte 2)Modifica

  • Finché la mia vita era un fallimento andava tutto bene! Ora rischio di avere successo e Dio mi dispensa un male incurabile! (George)
  • [Alla registrazione dell'episodio pilota di Jerry] Sic semper tyrannis! (Joe Devola)
  • [Guardando Jerry] Cambiate canale, è un programma idiota! (Ragazzo bolla)

NoteModifica

  1. Nel doppiaggio originale: «Buck Naked».
  2. Nel doppiaggio originale è la famosa frase «Not that there's anything wrong with that!» Cfr. Catchfrases di Seinfeld.

Altri progettiModifica