Apri il menu principale

Wikiquote β

Saʿd Ḥarīrī

politico libanese
Saʿd al-Dīn Ḥarīrī

Saʿd al-Dīn Ḥarīrī (1955 – vivente), politico libanese.

Citazioni di Saʿd al-Dīn ḤarīrīModifica

  • Il mio sesto senso mi dice che alcuni mi vogliono morto. C'è un clima molto simile a quello che precedette l'assassinio di mio padre il 14 febbraio 2005. Non permetteremo che il Libano diventi l'innesco dell'insicurezza regionale. Le mani dell'Iran dagli affari del mondo arabo verranno recise.[1]
  • Iran e gli Hezbollah hanno riportato l’Iran al centro della tempesta, e l’Iran semina destabilizzazione ovunque intervenga.[1]
  • [Sulla Guerra civile siriana] In Siria tutto è iniziato con il popolo che chiedeva riforme, democrazia. Il regime [di Assad] ha iniziato a uccidere il popolo, è partita poi una guerra civile. Poi è arrivato il Daesh, contro cui molti hanno combattuto, compreso il Libano perché sono entrati anche da noi, hanno conquistato dei villaggi fino a quando 2 mesi fa siamo riusciti a sconfiggerli e finalmente a cacciarli dal nostro territorio. Alla fine di questo ciclo rimarrà il problema Assad: lui è ancora lì, ma non potrà rimanere alla guida di un popolo che ha ordinato di massacrare. L'errore più grande sarebbe lasciare Assad al comando. Non è possibile, possiamo pensare a una transizione, ad altri modi, ma deve andarsene.[2]

NoteModifica

Altri progettiModifica