Sérgio Conceição

allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore portoghese

Sérgio Paulo Marceneiro Conceição (1974 – vivente), allenatore di calcio ed ex calciatore portoghese.

Sérgio Conceição (2018)

Citazioni di Sérgio ConceiçãoModifica

  • Amo il calcio realistico e pragmatico, amo le squadre che accelerano rapidamente verso la porta avversaria.[1]
  • Credo che l'intensità sia una caratteristica fondamentale per una squadra che vuole vincere dei trofei. Mi piace che i miei calciatori abbiano una mentalità d'attacco, ma tutto deve partire dall'equilibrio tra le due fasi. Se voglio andare costantemente alla ricerca della rete, devo portare almeno cinque uomini nell'ultimo terzo di campo, così da contenere gli avversari a ridosso della propria area. L'unico modo per essere certi di far punti, però, è non prendere gol. Per mettere insieme queste due esigenze, i giocatori devono correre molto, ma sempre in maniera organizzata, coerente.[1]
  • [...] io non sono un allenatore facile. Con i giocatori di maggiore esperienza si crea sempre un rapporto bellissimo con l'allenatore. Loro sanno che per me sono tutti uguali: un giovane di 17 anni o uno di 37, io li guardo allo stesso modo. Poi è vero che i calciatori con più esperienza riescono a dare di più, dentro e fuori dal campo.[2]
  • [«Dalla Lazio degli anni d'oro sono nati tanti allenatori di successo [...]. Come mai? C'è un motivo?»] Perché eravamo tutti pazzi, avevamo tutti un carattere forte. Anche per quello abbiamo vinto. In genere le squadre come la Lazio fanno fatica a vincere in Italia, campionato dove ci sono Milan, Inter e Juve: se è successo è perché c'era tanta qualità individuale, oltre che una struttura forte che ci ha permesso di vincere titoli, non solo in Italia ma anche in Europa.[3]

Citazioni su Sérgio ConceiçãoModifica

  • Sergio era un grande giocatore e un grande compagno di squadra, un calciatore fondamentale per la Lazio. Come me ha sofferto molto nella vita, ha perso i suoi genitori quando era ancora troppo giovane. Un aneddoto? Ad ogni preparazione estiva Sergio si presentava con le ginocchia sbucciate. Perché durante la pausa del campionato camminava in ginocchio per vedere la Madonna in Portogallo. Per il resto è stato sempre un po' triste, a volte dava l'impressione di essere anche un po' arrabbiato. Ma in realtà aveva i suoi modi, si faceva gli affari suoi. Quando l'ho visto da giocatore, non ho mai pensato che avrebbe allenato. Aveva un carattere molto riservato, non parlava mai. Ma le persone cambiano e ora è un ottimo allenatore, mi sbagliavo. (Siniša Mihajlović)
  • Un allenatore molto italiano nell'applicazione della tattica. A lui piace sempre vincere, è grintoso, oltre ad esser un grande studioso e questo a mio giudizio non può che esser sinonimo di intelligenza. (Rui Barros)

NoteModifica

  1. a b Citato in Alfonso Fasano, Rapido, emotivo, Conceição, rivistaundici.com, 30 aprile 2018.
  2. Citato in Gianluca Vitale, Conceicao: "Non sono un allenatore facile", Cannavaro: "Sei un gatto attaccato ai cogl..ni", areanapoli.it, 25 maggio 2021.
  3. Da un'intervista a Sky Sport; citato in Porto-Lazio, Sergio Conceicao: "Perché tutti allenatori nella mia Lazio? Eravamo pazzi", sport.sky.it, 16 febbraio 2022.

Altri progettiModifica