Apri il menu principale

Ruggero Ruggeri

attore teatrale e attore cinematografico italiano
Ruggero Ruggeri

Ruggero Ruggeri (1871 – 1953), attore italiano.

Indice

Citazioni di Ruggero RuggeriModifica

Da Il pensiero di Ruggero Ruggeri

La Stampa, 23 dicembre 1933.

  • Il teatro è teatro, e non teme la radio, nè il cinematografo, nè la televisione.
  • [Sul teatro] È un'arte a sé che, per vivere e trionfare, ha bisogno del suo ambiente; dell'ambiente in cui è nato e ha progredito attraverso intere generazioni.
  • Il teatro è sorto sopra solide fondamenta. Ha una tradizione e una storia. Si è affermato per volontà di artisti sommi che il pubblico ricorda e venera.
  • Il teatro vive nell'atmosfera calda e vibrante che si crea con l'immediato contatto col pubblico.
  • L'attore conquista e domina il pubblico trascinandolo attraverso tutte quelle sensazioni, piacere, angoscia, ilarità, dolore, del personaggio che egli rappresenta. Quando l'attore è sulla scena, è il padrone e il pubblico lo ascolta, lo segue, lo sostiene in tutte le sue manifestazioni artistiche.
  • Se togliete il pubblico all'attore o l'attore al pubblico non avrete più teatro.
  • [Ultime parole famose] Escludo che possa esistere un teatro radiofonico. È mia convinzione invece che la radio, per non annoiare gli uditori, dovrà alla fine abbandonare ogni tentativo del genere.
  • Mai il grammofono ha trionfato come in questi ultimi tempi. Anch'io lo prediligo. Lo prediligo perché il grammofono ha un vantaggio sulla radio: offre soltanto quello che gli si chiede.
  • Ascoltare una voce alla radio, più di 5, 10 minuti, stanca. Stanca anche se la voce è simpatica, morbida, musicale. Stanca perché la parola, se non ha uno scopo immediato, cioè informativo o pratico, perde ogni significato, lontana da colui che la pronuncia.
  • Un attore al microfono è come un violino d'autore senza corde; è un personaggio senza vita; un Don Chisciotte contro i mulini a vento.
  • L'attore è attore inquantoché ha in sé un complesso di qualità che vanno dal gesto alla voce; qualità che non possono essere disgiunte l'una dall'altra senza grave pregiudizio.
  • L'attore è colui che sa creare e fondere armoniosamente sensazioni visive e acustiche; che sa accompagnare la parola al gesto; che sa esprimere, anche col silenzio, il tormento e le passioni che agitano il personaggio che interpreta.

Citazioni su Ruggero RuggeriModifica

  • [Sulla voce] Impostata sul falsetto, pareva che nascesse alle sue spalle. (Renzo Ricci)

FilmografiaModifica

Altri progettiModifica