Apri il menu principale

Rodan, il mostro alato

film del 1956 diretto da Ishiro Honda

Rodan, il mostro alato

Immagine Rodan (1956) landing.png.
Titolo originale

空の大怪獣 ラドン
Sora no daikaijū Radon

Lingua originale giapponese
Paese Giappone
Anno 1956
Genere horror fantascientifico
Regia Ishirō Honda
Soggetto Ken Kuronuma
Sceneggiatura Ken Kuronuma
Takeshi Kimura
Takeo Murata
Produttore Tomoyuki Tanaka, Frank King
Interpreti e personaggi

Rodan, il mostro alato, film giapponese del 1956, regia di Ishirō Honda.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • In passato, lo pterodattilo era la più grande creatura alata. Questo qui, che abbiamo convenzionalmente chiamato "Rodan", supera di gran lunga le misure degli esemplari antichi. Il computer ci dice anche che il semplice movimento delle sue ali risulta più che sufficiente a creare un impatto distruttivo con l'aria che danneggia ogni cosa. (Professor Kyouichiro Kashiwagi)
  • In questi ultimi anni, i ripetuti esperimenti con la bomba "H" hanno sconvolto l'equilibrio naturale della Terra. La nuova energia che è stata sprigionata ha fatto svegliare Rodan dal suo sonno di 200 milioni di anni. (Professor Kyouichiro Kashiwagi)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Osaki: Fa un caldo soffocante oggi!
    Shigeru Kawamura: La Terra sta diventando sempre più calda.
    Osaki: La teoria è che se i ghiacci ai poli iniziano a sciogliersi, la Terra si allagherà.
  • Shigeru Kawamura: Dottore?
    Professor Isokawa: Non è un incidente. È morto per ferite, e quella alla testa è stata fatale. Però, mi chiedo che potesse avere uno strumento così tagliente.
  • Nishimura: Mai visto niente del genere.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: È un animale preistorico, una scoperta interessante. Vari millenni fa, esisteva un drago volante convenzionalmente chiamato "Meganulon". Queste sembrano essere larve.
  • Professor Kyouichiro Kashiwagi: L'uovo del Meganulon era coperto da uno strato di carbone. Diciamo che ha trovato temperatura e umidità giuste per essere covato. Forse voi tutti ricorderete che, alcuni anni fa, sbocciarono dei fior di loto, la cui natura era vecchia di millenni.
    Osaki: Sì, certamente, sì.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: Bene, in questo caso è probabile che un cambiamento della temperatura della crosta terrestre abbia reso possibile alle uova di schiudersi.
  • Izeki: Ha visto? Non ha l'aspetto di un disco volante, voglio dire, sembra più un animale. [gli viene mostrato un'illustrazione di un Pteranodon] Sì, è proprio lui! È identico!
    Professor Isokawa: Uno pterodattilo.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: Un momento, non saltiamo subito alle conclusioni.
    Izeki: Ma che dice? Qui si vede benissimo.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: Senta, questi animali preistorici erano molto grossi e soprattutto pesanti. Come fa a volare a velocità supersonica?
    Izeki: Professore, chiariamo una cosa: questo animale può trasportare con facilità persone o bestiame, è vero? Bene, io so che, da un po' di tempo, mucche e cavalli scompaiono spesso!
    Professor Isokawa: Sicuro! E consideri che c'è stata la comparsa del Meganulon.
  • Ufficiale: Vorresti farmi credere che questa bestia stava dentro la miniera!
    Shigeru Kawamura: Esatto. Io ho visto un uovo gigante. Sì è aperto, ed è uscito fuori lui.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: Bene. Ora sappiamo chi stiamo combattendo.
  • Professor Isokawa: [mentre esamina un guscio di uovo] Praticamente è tutto calcio.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: Percentuale?
    Professor Isokawa: Novanta per cento.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: Esatto. Ho ottenuto anch'io gli stessi risultati con il microscopio elettronico. Date un occhiata.
    Professor Isokawa: Incredibile, sembra un uovo normale.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: È la dimensione che costituisce il problema. Potete desumere quanto sia grande dalla sua curvatura.
  • Professor Isokawa: È difficile credere che si tratti solo di un uovo. Lo sa? Mi stava venendo in mente la storia dell'araba fenice. Comunque, in questo caso non si tratta di una leggenda. I risultati stanno là, ed è un mostro.
    Professor Kyouichiro Kashiwagi: Qualche volta la realtà supera la fantasia, professore.

Altri progettiModifica