Roberto Stagno

tenore italiano

Roberto Stagno, nome d'arte di Vincenzo Andrioli (1840 – 1897), tenore italiano.

Roberto Stagno

Citazioni su Roberto StagnoModifica

  • La voce di Stagno non era di timbro tanto bella come quella dei suoi rivali, ma i suoi rivali non possedevano la forza vibrante delle sue note acute squillanti come campane di argento, quando le sosteneva con dei fiati che avevano addirittura del miracoloso, aggiungendo a queste qualità canore, una signorilità e un'eleganza da renderlo l'artista più fine e più aristocratico dell'epoca. (Gemma Bellincioni)
  • Stagno portava in sé un'impronta personale, alla quale difficilmente si poteva sottrarsi. Si è detto del suo carattere violento, del suo amor proprio esagerato, della sua gelosia da Otello... come tutto è falso!... mio caro e buon amico, anima generosa e grande, nessuno come me, che ha passato undici anni felici, i soli forse veramente felici della mia vita, può rendere giustizia alle qualità personali e di cuore che ti distinguevano, qualità veramente più uniche che rare! (Gemma Bellincioni)
  • Uno di questi signori della scena era il celebre tenore Roberto Stagno, vero modello per la cura, l'eleganza e la correttezza somma da lui poste nella scelta dei costumi da teatro, per l'acquisto dei quali non badava a dispendio. Il solo costume di Lohengrin, tutto intessuto a laminette d'argento, gli costò una somma cospicua, come, più o meno, gli abiti tutti che formavano il suo corredo ricchissimo; né vi fu un solo caso nel quale l'esimio artista siasi rassegnato a presentarsi sulla scena con un vestiario già indossato da altri. (Gino Monaldi)

Altri progettiModifica