Roberto Cacciapaglia

compositore e pianista italiano

Roberto Cacciapaglia (1953 – vivente), compositore e pianista italiano.

Roberto Cacciapaglia
Gaber, Giorgio, il Signor G
  • Al di là di ogni lettura intellettuale, la musica deve arrivare all'emozione, creare un'unione tra ascoltatore e interprete. (p. 45)
  • Se c'è un testo, con le sue alchimie interne, la musica non può eluderne i significati. Quando ho scritto musica per opere, ne ho composte tre, è stata sempre un'esigenza partire dal testo. Contiene idee, ispirazioni, emozioni cui la musica deve in qualche modo "servire". Ci deve essere una comunione tra musica e parole. Ma questo non significa che la musica debba essere di scarso peso. Anzi. (p. 46)
  • Forse è proprio questa la lezione più grande di Giorgio, quella che un giovane compositore dovrebbe seguire. Non porsi limiti. Anche perché, lo dico per esperienza, oggi c'è molto pubblico che dalla musica vuole segni diversi, che non si accontenta più di musica da sottofondo o da tappezzeria per non sentirsi soli davanti al silenzio. Gaber questi segni più forti li dava. Sapeva parlare alle nostre emozioni. Centrava i cuori oltre ogni barriera, nella musica e nelle parole. Lo faceva anche nella vita. (p. 46)

BibliografiaModifica

  • Roberto Cacciapaaglia, La musica, le parole, la vita (pp. 45 – 46); in Andrea Pedrinelli (a cura di), Gaber, Giorgio, il Signor G. Raccontato da intellettuali, amici, artisti, Kowalski, Milano, 2008. ISBN 978-88-7496-754-4

Altri progettiModifica