Riccardo Bertoncelli

giornalista, critico musicale e conduttore radiofonico italiano

Riccardo Bertoncelli (1952 – vivente), giornalista, critico musicale e conduttore radiofonico italiano.

Citazioni di Riccardo BertoncelliModifica

  • A ventidue anni, Frank Z. scrive la prima partitura per large ensemble: s'intitola Opus 5, è una verbosa emulazione di certi lavori di musica colta. Per quanto tediosa e stilisticamente trascurabile, quella pagina introduce al Grande Mito Zappiano: la musica per orchestra.[1]
  • Frank era curioso, polemico, tirannico, workaholic. Faceva e disfaceva le sue band secondo strategie che non intendeva spiegare a nessuno, assorbiva idee da tutti senza mai elemosina di copyright, vessava i collaboratori in nome della Perfezione, metteva ai ceppi o sbarcava gli oppositori secondo il codice di Sir Francis Drake.[2]
  • In giovanili scorribande ortofrutticole, nel campicello di Absolutely Free, Zappa acquistò il titolo e le insegne di Duca delle Prugne. Tanto gli rimane e gli spetta, pur se quel "fazzoletto di terra", non c'è più, spoglio e deserto, e non è dato di sapere dove mai altro cibo del genere, prugne, per l'appunto, ma anche fagioli, pesche en regalia, succulente zucche "giovani".[3]
  • [Su Frank Zappa] Un artista poliedrico, pieno di mondi interni: le chiavi di lettura sono tante. Ma non pensiamo che il contesto degli inizi di questo artista fosse così facile: ha iniziato relativamente tardi, a 24 anni. Era osteggiato perché suonava la musica che voleva. Una musica difficile, strana, ma in quel periodo c'era un'attenzione particolare.[4]

Citazioni su Riccardo BertoncelliModifica

  • Con il tempo, abbiamo interrotto le ostilità. Qualche anno fa, durante una delle tante cene organizzate dal Premio Tenco, mi avvicinò una fan che, saputo della presenza di Bertoncelli a un altro tavolo, mi chiese se potevo presentarglielo. Pensa te, cosa mi è toccato fare. Ho avuto la mia vendetta l'anno scorso, quando un altro fan, più giovane, mi ha domandato: "Senti Francesco, questo Bertoncelli che citi ne L'avvelenata, ma si può sapere chi cazzo è?". (Francesco Guccini)

NoteModifica

  1. Da Estremo omaggio, con riverenza e salto acrobatico, al Duca delle Prugne, in Frank Zappa, p. 12.
  2. Dall'articolo Frank Zappa era curioso tirannico workaholic pazzo e geniale, xl.repubblica.it, 4 dicembre 2013.
  3. Da Estremo omaggio, con riverenza e salto acrobatico, al Duca delle Prugne, in Frank Zappa, p. 7.
  4. Dall'intervista di Erica Manna, Bertoncelli racconta Zappa: "Lui è irripetibile", repubblica.it, 2 aprile 2016.

BibliografiaModifica

  • Frank Zappa. Testi con traduzione a fronte, introduzione di Riccardo Bertoncelli, traduzione di Daniela Mento, Arcana Editrice, Milano, 1981.

Altri progettiModifica