Restauro

manutenzione, recupero, ripristino e conservazione delle opere d'arte, dei beni culturali, dei monumenti e in generale dei manufatti storici

Citazioni sul restauro.

  • Con nessuna competenza particolare, abbiamo cominciato a ponteggiare e restaurare beni storici, senza permesso. Il primo lavoro è stata una parete affrescata dal Tiepolo in una stupenda residenza dell'epoca. Dovevamo farla tornare allo splendore di un tempo. Vuoi perché era la prima volta e non avevamo esperienza, vuoi perché ci vuole pazienza e noi alle cinque dovevamo andare a vedere una gara di saettate, gli abbiamo dato una mano di calce. (Maurizio Milani)
  • È norma salutare che se un quadro è sporco è meglio non toccarlo, a meno di affidarlo a tecnici competenti: il tempo distrugge, il tempo rovina, ma non quanto i cattivi restauratori. (Federico Zeri)
  • Il minimo restauro imprudente inflitto alle pietre, una strada asfaltata che contamina un campo dove da secoli l'erba spuntava in pace creano l'irreparabile. La bellezza si allontana; l'autenticità pure. (Marguerite Yourcenar)
  • Il restauro è stato uno dei flagelli degli ultimi duecento anni. Un restauratore può rovinare molto di più di un bombardamento, perché le schegge delle bombe mutilano un quadro (a meno che non lo distruggano completamente), ma anche un frammento intatto consente la lettura dello stile. Il restauratore, invece, scortica il quadro; per cui mancando la pelle finale, sono impensabili l'analisi e l'interpretazione formale. (Federico Zeri)
  • La più intensa lealtà, osando il restauro dell'irreparabile, coincide con la contraffazione. (Erri De Luca)
  • Metà dei teatri italiani sono stati restaurati da incompetenti con materiali antiacustici e antifonici. Per la musica un danno enorme. Al Conservatorio di Milano hanno messo la moquette e la splendida acustica è stata rovinata. (Uto Ughi)
  • Noi amiamo l'arte, ma riteniamo che essa non vada sottratta al contesto sociale in cui si è manifestata. Crediamo non abbia senso restaurare e conservare un centro storico, trasformandolo da agglomerato naturale di vita collettiva in residenza di lusso per esteti e maniaci dell'antico. Il nostro atteggiamento al riguardo si ispira, d'altra parte, oltre che a motivi sociali, a criteri storici: soltanto in Italia, infatti, si è verificata la convivenza armonica della pienezza dell'arte (pensiamo, ad esempio, al caso di Michelangelo) con la pienezza della vita: cioè con il suo contrario: perché l'arte è una cosa, la vita un'altra. (Giorgio Bassani)
  • Ogni restaurazione della persona umana, che non voglia essere parziale, effimera o dannosa come quelle finora attuate dalla civiltà, non può essere quindi che la restaurazione in Cristo di ogni uomo. (Carlo Gnocchi)
  • Ridefiniamo quindi il restauro come la sommatoria di due ordini di operazioni: Restauro = progetto di conservazione dell'esistente (come valore complessivo) + progetto del nuovo (come valore aggiuntivo). (Marco Dezzi Bardeschi)
  • Si sta facendo strada il concetto che la terra sia come una nave spaziale con risorse strettamente limitate. Il ciclo produttivo di queste risorse deve essere, a lungo andare, restaurato dalla natura o dall'uomo. (Gordon Rattray Taylor)
Il restauro di un libro

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica