Apri il menu principale

Raymond Priestley

geologo, geografo e esploratore britannico

Raymond Edward Priestley (1886 – 1972), geologo, geografo ed esploratore britannico.

  • Sono stato al servizio sia di Shackleton che di Scott, e ho incontrato velocemente Amundsen a metà della carriera. Penso che un collega abbia colpito nel segno quando ha scritto: "Come capo scientifico, datemi Scott; per un rapido ed efficiente viaggio polare, Amundsen; ma quando la situazione è disperata e non sembra esserci via d'uscita, inginocchiatevi e pregate per Shackleton."[1]
I served both with Shackleton and Scott and very briefly met Amundsen in mid-career. I believe a colleague hit the nail when he wrote: 'As a scientific leader, give me Scott; for swift and efficient polar travel, Amundsen; but when things are hopeless and there seems no way out, get down on your knees and pray for Shackleton.'[2]

NoteModifica

  1. Dalla conferenza Twentieth-Century Man against Antarctica per la British Association for the Advancement of Science, 1950
  2. L'attribuzione originale di questa citazione è spesso erroneamente attribuita a Priestley, il quale sta citando Apsley Cherry-Garrard che nel suo libro Il peggior viaggio del mondo scrisse: «Per organizzare un lavoro congiunto di tipo scientifico e geografico, datemi Scott; per un viaggio d'inverno, Wilson; per una capatina al Polo e nient'altro, Amundsen; ma se mi trovo in un dannato buco e voglio uscirne, datemi Shackleton tutte le volte.» Cfr. Elizabeth Knowles, What They Didn't Say: A Book of Misquotations, OUP Oxford, 2006, ISBN 9780191500541

Altri progettiModifica