Pier Gianni Prosperini

politico italiano

Pier Gianni Prosperini (1946 – vivente), politico italiano.

Citazioni di Pier Gianni ProsperiniModifica

  • [Allo scultore Maurizio Cattelan, per aver esposto tre manichini impiccati a un albero di Milano] Avrei infilato la testa di Cattelan nella gogna, lasciandolo in balia dei milanesi. (18 marzo 2007, ilGiornale)
  • [Per i tossicodipendenti] Ci vuole il modello Singapore: lo stendi sulla panchetta, ten ten ten, dieci nerbate. Inutile sporcargli la fedina penale: equivale a escluderlo dalla vita. Col marchio di Caino lo perdiamo per sempre. (18 marzo 2007, ilGiornale)
  • [A proposito di una manifestazione a favore dei Dico] Non ho niente contro di loro. Convivano pure. Ma l'omosessualità è una devianza. Quindi niente famiglia e niente adozioni. Il gay dichiarato non può essere né insegnante, né militare, né istruttore sportivo [...][a proposito dei manifestanti che a suo dire avevano profondamente offeso il Papa] Garrotiamoli, ma non con la garrota di Francisco Franco. Alla maniera degli Apache: cinghia bagnata legata stretta attorno al cranio. Il sole asciuga il laccio umido, il cuoio si ritira, il cervello scoppia. ilGiornale
  • [Parlando del kebab a Milano] I cristiani attaccavano in silenzio, i mori urlando. (23 aprile 2009, al telefono con Cruciani alla Zanzara su Radio24)
  • [In diretta ad una trasmissione di Antenna 3] Sono qua tranquillo, bello paciarotto. (16 dicembre 2009, al telefono dopo che gli hanno comunicato l'arresto, Antenna3)

Citazioni su Pier Gianni ProsperiniModifica

  • Prosperini si vergogni e si dimetta. Di dirigenti come lui la destra italiana non sa che farsene. (Gianfranco Fini, dopo le dichiarazioni sugli omosessuali, Corriere della sera)
  • Tutti conoscono Prosperini. Se c'è una persona che appare limpida e trasparente, che ha la passione della politica, e che ci mette del suo, è proprio Prosperini. Non credo che sarà facile per i magistrati dimostrare la sua colpevolezza. Com'è noto è il magistrato inquirente che deve dimostrare la colpevolezza dell'indagato, e non viceversa. Prosperini come tutti gli indagati è e resta innocente fino a dimostrazione del contrario. È giusto che la magistratura compia il suo corso, ma mi auguro che sia molto rapido, perché il momento è delicato (Roberto Formigoni, dopo l'arresto di Prosperini nel dicembre 2009).

Altri progettiModifica