Paul Samuelson

economista statunitense

Paul A. Samuelson (1915 – 2009), economista statunitense.

Paul Samuelson
Medaglia del Premio Nobel
Medaglia del Premio Nobel
Per l'economia (1970)

Citazioni di Paul Samuelson modifica

  • La storia ha dimostrato che i capitalisti vanno carichi di ottimismo anche al loro funerale.[1]
  • Non dimentichiamolo mai: il futuro è più lungo del presente.[2]
  • Quando si tratta di economia, non c’è niente che funzioni meglio di una limitata democrazia del benessere in cui le leggi dello Stato incanalano le energie e l'efficienza di un mercato libero.[3]
  • Piuttosto l'operazione Olivetti-Telecom mi sembra figlia della stessa filosofia che c'era dietro all'esplosione dei grandi hedge-funds americani degli Anni Novanta, alcuni dei quali, come sappiamo, si sono lanciati in acquisti spericolati esponendosi in maniera eccessiva pur di assicurarsi ritorni fino al 150 per cento. E poi hanno passato un sacco di guai.[4]

Citazioni su Paul Samuelson modifica

  • In generale, il contributo di Samuelson è che, più di ogni altro economista contemporaneo, ha contribuito a innalzare il livello analitico e metodologico generale nella scienza economica. In effetti, ha semplicemente riscritto considerevoli parti della teoria economica. Ha inoltre dimostrato la fondamentale unione tra problemi e tecniche analitiche in economia, in parte tramite una sistematica applicazione dei metodi della massimizzazione a un ampio insieme di problemi. Ciò significa che i contributi di Samuelson si estendono a un gran numero di ambiti diversi. (dalla motivazione per il conferimento del premio Nobel)

Note modifica

  1. Dall'intervista a L'espresso n. 17 anno LIII del 3 maggio 2007, p. 176.
  2. Da Le brutte notizie degli economisti, Internazionale, n. 563, 29 ottobre 2004, p. 52.
  3. Da Ricetta per il benessere, Internazionale, n. 434, 26 aprile 2002, p. 10.
  4. Intervista su La Stampa del 30 settembre 1999, pp. 1, 3 di Andrea di Robliant

Altri progetti modifica