Palazzo dell'Università di Genova

Citazioni sul Palazzo dell'Università di Genova.

  • Genova. Giro verso le Grazie, Castello con Broche... Adesso ho fatto, con le persiane, la penombra del mezzogiorno nella grande camera a mosaico. In attesa dell'ora del ricevimento solenne all'Università.
    C'è del silenzio vicino e del rumore lontano - Le stesse campane che ho inteso bambino.
    - Si va. Palazzo, Cortile a scalinata sconosciuto... Sala vasta e grandiloquente - Bei damaschi del tavolo e poltrone dorate. Discorsi brevi del rettore e di Celesia - Lungo e scemotto di Broche. Io parlo di Genova... (Paul Valéry)
  • Il Palazzo dell'Università è un edifizio suntuoso e di buono stile. Basta osservare il vestibolo, se bene piccolo, le tante colonne di marmo, le sue grandiose scalée, i cortili, le gallerie, ecc., per giudicare della magnificenza e della bella armonia delle parti che lo compongono. (Giacinto Amati)
  • Ma il grado più alto ed ingentilito dello stesso tipo di cortile lo troviamo soltanto nel Pal. dell'Università (via Balbi) [...] Alla facciata assai degenerata segue inaspettatamente un cortile che la fantasia difficilmente potrebbe immaginare più ricco e bello; in seguito al ridoppiamento delle colonne gli intervalli assumono tutti un aspetto più leggero e l'insieme diventa più ricco; il portico in basso ha logge sui fianchi e non è così esteso come nell'altro palazzo, la visione nel cortile sovrastante è invece più libera; la scala a doppia rampa che si svolge nel fondo del cortile, sembra sperdersi in ariose altezze. (Jacob Burckhardt)
Cortile del Palazzo dell'Università di Genova

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica