Nikolaj Ostrovskij

scrittore russo
Nikolaj Alekseevič Ostrovskij

Nikolaj Alekseevič Ostrovskij (1904 – 1949), scrittore russo.

Citazioni di Nikolaj OstrovskijModifica

  • Caro e amato compagno Stalin, dal profondo del mio cuore voglio dedicare queste parole a te, capo e maestro, che sei l'uomo che mi è più caro. Il governo sovietico mi ha assegnato il premio Lenin e questo è stato il massimo premio che potessi ottenere.
    Il potere sovietico mi ha fatto crescere come giovane comunista, sostenitore fedele del Partito, e finché il mio cuore batterà, tutta la mia vita sarà dedicata all’educazione bolscevica della nuova generazione della nostra patria socialista.
    Con molto dolore penso che nella lotta attuale contro i fascisti non ho potuto occupare il mio posto di combattimento. Una malattia crudele me lo ha impedito. Per questo con ancora più forza lotto contro il nemico con altre armi datemi dal Partito di Lenin e di Stalin, il Partito che mi ha trasformato da apprendista semianalfabeta e schiavo in uno scrittore sovietico.[1]
  • La vita è la cosa più preziosa che l'uomo possiede. Gli viene data una sola volta, e bisogna viverla in modo da non dover rimpiangere amaramente gli anni trascorsi senza uno scopo, in modo da non dover provare vergogna di un passato vile e meschino; e in modo da poter dire, morendo: ho dedicato tutta la mia esistenza e tutte le mie forze a ciò che di più bello esiste al mondo, la lotta per la liberazione dell'umanità.[2]

NoteModifica

  1. Da Come fu temprato l'acciaio.
  2. Da Come fu temprato l'acciaio, Roma, Red Star Press, 2015, p. 213.

Altri progettiModifica