Monica Graziana Contrafatto

militare e atleta paralimpica italiana

Monica Graziana Contrafatto (1981 – vivente), militare e atleta italiana, specializzata in velocità.

Monica Contrafatto (ds), con Sarah Rudder (centro) e Marion Blot (sn) agli Invictus Games del 2016 ad Orlando, in Florida, dove ha conquistato il bronzo nei 100 metri.

Citazioni di Monica Graziana ContrafattoModifica

  • Ci sono tante cose belle nello sport, ma la voglia di riscattarsi per me è la migliore. Quando la vita ti toglie qualcosa lo sport te ne dà 100 in cambio e tra queste il riscatto.[1]
  • [In riferimento al terzo posto nei cento metri alle Paraolimpiadi di Tokyo 2020, dietro alle connazionali Ambra Sabatini e Martina Caironi] Dedicato all'Afghanistan. È il paese che mi ha tolto una parte di me ma poi mi ha regalato una nuova vita, ed è fighissima.[2]
  • Dopo la tragedia in Afghanistan ho imparato a preferire i comportamenti alle parole e dopo aver perso la gamba, ho capito che la parte estetica è solo l'impalcatura di una casa. Ma se non c'è cuore e cervello è vuota dentro.[3]
  • Nella sfortuna sono stata fortunata, ho conosciuto delle persone fantastiche. Io, essendo una persona positiva, penso sempre al lato positivo delle cose, quindi per me non ho perso una gamba, ma ho avuto l'occasione di conoscere persone fantastiche.[4]
  • [Sulla passione per l'atletica sorta dopo la perdita della gamba destra nell'attentato subito nel 2012 durante la missione di pace in Afghanistan alla quale partecipava come soldatessa dell'esercito italiano] Vedo la Caironi conquistare l'oro nei 100 alla Paralimpiade di Londra. Una folgorazione.[2]

NoteModifica

  1. Dall'intervista di Vanessa Perilli, Contrafatto: "quando la vita ti toglie qualcosa lo sport te ne dà 100", Marieclaire.com, 6 marzo 2021.
  2. a b Citato in Gaia Piccardi, Il podio storico delle velociste Dominati dalle azzurre i 100 metri delle atlete con una protesi: Sabatini oro e record, Caironi è d'argento, Contrafatto bronzo , Corriere della Sera, 5 settembre 2021.
  3. Citato in Lorenzo Magrì, Monica insegue una medaglia a Tokyo: «Per me, per l'Italia e per l'Afghanistan», Lasicilia.it, 26 agosto 2021.
  4. Citato in Monica Contrafatto, Memoriaparalimpica.it, 2017.

Altri progettiModifica