Memories of Murder

film del 2003 diretto da Bong Joon-ho

Memorie di un assassino

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

살인의 추억
Sar-in-ui chu-eok

Lingua originale coreano
Paese Corea del Sud
Anno 2003
Genere drammatico, thriller, noir
Regia Bong Joon-ho
Sceneggiatura Bong Joon-ho, Kim Kwang-lim, Shim Sung-bo
Produttore Cha Seung-jae
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Memorie di un assassino, film sudcoreano del 2003, regia di Bong Joon-ho.

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Ma qui da noi le cose stanno diversamente, qui in Corea. Ti bastano le gambe per arrivare dappertutto. Prima o poi i criminali li catturiamo. Vuoi sapere perché?... Perché il nostro paese è piccolo quanto il nostro pisello. (Du-man)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Tae-yun: Ieri hai inserito queste cose nel corpo della donna. Per caso ricordi quanti pezzi di pesca hai inserito? Un pezzo, un secondo, un terzo.
    Hyeon-gyu: La smetta.
    Tae-yun: Un quarto, e poi ancora, ancora, un altro ancora, fino ad arrivare...
    Hyeon-gyu: Vada affanculo!
  • Tae-yun: [dopo aver bloccato Hyeon-gyu] Non frega niente a nessuno se io ti ammazzo. Rispondimi, dimmi che l'hai uccisa tu. Forza, deciditi a parlare, pezzo di merda!
    Hyeon-gyu: [dopo essere stato picchiato duramente] Sì, è vero l'ho uccisa io. Le ho uccise tutte io. È questo che volevi sentirmi dire?... Giusto? Adesso sei soddisfatto, eh?
    Du-man: Ehi!... Tae-yun, Tae-yun! È arrivato il risultato dell'esame!
    Tae-yun: [prende la busta col risultato e la apre] Ditemi chi è stato. Ditemi chi è stato. Ora sei fottuto. Adesso la pacchia... La pacchia è finita... Bastardo, pensavi di farcela... schifoso, schifoso, schifoso... [e quindi legge il risultato, che scagiona Hyeon-gyu].
    Du-man: Cosa dicono?
    Tae-yun: ... No, deve esserci un errore... Sono tutte palle, io non ci credo.
    Du-man: Ma che cosa c'è scritto? [poi, rivolto a Hyeon-gyu] Allora tu non sei l'assassino. Rispondi! Guardami negli occhi! [fermando nel frattempo Tae-yun che aveva puntato la pistola contro Hyeon-gyu] Ti ho detto di guardarmi negli occhi!... Merda, non ci capisco più niente... Sei un povero disgraziato anche tu. Sparisci. Vattene, bastardo... Vai al diavolo.

ExplicitModifica

La ragazzina: Qualche giorno fa ho visto un altro signore che si era chinato a guardare in quella canaletta. Io ho fatto la stessa domanda anche a lui. Gli ho chiesto cosa stava guardando.
Du-man: E lui?
La ragazzina: Se ricordo bene, ha detto che aveva ripensato a quel che aveva fatto in questo posto tempo fa, e così aveva deciso di tornare a vedere. Mi ha detto questo.
Du-man: ... Hai visto la faccia di quel signore? [La ragazzina annuisce] Mi dici com'era?
La ragazzina: Non so... era una faccia comune.
Du-man: In che senso?
La ragazzina: Insomma... una faccia normale.

Altri progettiModifica