Apri il menu principale

Massimo Giannini

giornalista e scrittore italiano

Massimo Giannini (1962 – vivente), conduttore televisivo, giornalista e scrittore italiano.

Indice

Citazioni di Massimo GianniniModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [Riferendosi a Matteo Salvini] Prendere il Vangelo in mano per recuperare qualche voto a pochi giorni dalle elezioni è un atto politicamente indecoroso.[1]
  • Se c'è un Orbán tricolore alle porte, se avanza un Frankenstein metà grillino metà padano, gli Aventini diventano inutili. Come lo furono per i plebei romani e i deputati antifascisti.[2]

Durante il convegno Riscrivere il paese, 7 giugno 2014

Citato in Paolo Gallori, Giannini e Piccolo: da Berlinguer a Renzi, quando la sinistra vuole cambiare, Repubblica.it.

  • Il ceto politico negli ultimi 20 anni è stato un disastro e non tutti sono accomunabili, non tutti sono uguali. Ci sarà un motivo perché oggi 6 giovani su 10 sono senza lavoro. La politica non ha offerto soluzioni, ma riprodotto il malaffare.
  • Berlusconi ha investito sulle debolezze degli italiani. In qualche misura lo ha fatto anche Renzi, parlando a quel Paese che si considera peggiore.
  • Io credo nella diversità tra destra e sinistra e guardo alle politiche concrete. Se per cambiare ci si deve spostare a destra non ci sto. La sinistra non può essere cambiamento?
  • Assistiamo alla bancarotta etico-morale dopo anni di macelleria nel diritto penale, dopo tante leggi ad personam. Oggi ritorna la corruzione e si grida all'alto tradimento. Bello slogan, ma servono risposte. Nette e inequivocabili.

NoteModifica

  1. Dalla trasmissione Di Martedì, La 7, citato in Elezioni, Salvini vs Giannini: "Ho giurato su Vangelo perché ci credo". "Atto politicamente indecoroso", Ilfattoquotidiano.it, 28 febbraio 2018.
  2. Da Il Pd e il dilemma dell’esecutivo, Rep.repubblica.it, 18 marzo 2018.

Altri progettiModifica