Marziano Guglielminetti

critico letterario italiano

Marziano Guglielminetti (1937 – 2006), critico letterario e accademico italiano.

Citazioni di Marziano GuglielminettiModifica

  • Il Romolo (1629), il Tarquinio il Superbo (1632), il Davide perseguitato (1634), il Coriolano e l'Alcibiade (1648) di Virgilio Malvezzi, collaboratore strettissimo del conte-duca Olivares, sono testi conditi di una sapienza politica estrema, destinata a chi gusta scoprire le ragioni nobili, intelligenti dell'agire umano; nel caso di Malvezzi non manca neppure un linguaggio ingegnoso appropriato, che piacerà a Gracián. [...] Editandolo, Benedetto Croce lo ha trasformato addirittura in un autore di «pensieri politici e morali», tra Guicciardini e La Rochefoucauld (cfr. b. croce e s. caramella (a cura di), Politici e moralisti del Seicento. Strada-Zuccolo-Settala-Accetto-Brignole Sale-Malvezzi, Bari 1930, pp. 255 sgg.). (da Biografia e autobiografia, in Letteratura italiana, a cura di Alberto Asor Rosa, V, Le Questioni, Einaudi, Torino, 1986, p. 861).

Altri progettiModifica