Marta di Betania

personaggio biblico

Santa Marta di Betania, personaggio biblico, sorella di Maria e Lazzaro.

Santa Marta nel Compianto sul Cristo morto di Giovanni Bellini

Citazioni di Marta di BetaniaModifica

Nuovo TestamentoModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Signore, non ti curi che mia sorella mi ha lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti. (Vangelo secondo Luca)
  • Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa chiederai a Dio, egli te la concederà. (Vangelo secondo Giovanni)
  • Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio che deve venire nel mondo. (Vangelo secondo Giovanni)

Citazioni su Marta di BetaniaModifica

Jacopo da VarazzeModifica

  • Dopo l'ascensione del Signore, quando gli apostoli si dispersero, Marta con sua sorella Maria Maddalena e suo fratello Lazzaro, in compagnia anche di Massimino, che le aveva battezzate e a cui lo Spirito Santo le aveva affidate, e di molti altri, furono caricati dagli infedeli su di una zattera e gettati in mare senza remi né vele, né timone né viveri: tuttavia, guidati dal Signore arrivarono sino a Marsiglia. Andarono poi nella zona ove sorge Aix-en-Provence, ove convertirono gli abitanti alla fede: Marta infatti era una buona parlatrice, ed era gradita a tutti.
  • Marta, che ha il titolo di merito di aver ospitato Gesù, era di origine regia tanto da parte del padre Siro, quanto da parte della madre, Eucaria. Il padre Siro, governava la Siria e molte città marine, mentre Marta, con sua sorella, era padrona, per linea materna delle intere città di Magdala e di Betania, oltre che di una parte di Gerusalemme.
  • Non risulta da nessuna fonte scritta che mai si fosse sposata, né che mai abbia avuto relazioni con uomini. Era lei che, come nobile padrona, voleva servire il Signore, insistendo che anche la sorella servisse, poiché pensava che per un tale ospite non bastasse il servizio del mondo intero.

Nuovo TestamentoModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • [Gesù] entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. [...] Ma Gesù le rispose: "Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, ma una sola è la cosa di cui c'è bisogno. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta". (Vangelo secondo Luca)
  • Era allora malato un certo Lazzaro di Betània, il villaggio di Maria e di Marta sua sorella. [...] Le sorelle mandarono dunque a dirgli: "Signore, ecco, il tuo amico è malato". [...] Gesù voleva molto bene a Marta, a sua sorella e a Lazzaro. (Vangelo secondo Giovanni)
  • Betània distava da Gerusalemme meno di due miglia e molti Giudei erano venuti da Marta e Maria per consolarle per il loro fratello. Marta dunque, come seppe che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. (Vangelo secondo Giovanni)
  • Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. E qui gli fecero una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. (Vangelo secondo Giovanni)

Altri progettiModifica