Marseille (serie televisiva)

Serie televisiva francese di Netflix distribuita dal 2016

Marseille

Serie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Marseille

Lingua originale francese
Paese Francia
Anno

2016 – 2018

Genere drammatico, politico
Stagioni 2
Episodi 16
Ideatore Dan Franck
Rete televisiva Netflix
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Marseille, serie televisiva francese trasmessa dal 2016.

Stagione 1Modifica

Episodio 3, ManipolazioneModifica

  • Non è di lui [Robert Taro] che voglio vendicarmi, ma della mia storia. Gli istituti, i servizi sociali, le famiglie affidatarie: intendo questo. La mia coscienza politica deriva da lì, la mia lotta viene da lì. Questa sofferenza, che ti prende, che ti tiene e che non ti abbandona mai. Questa sofferenza hai voglia di prenderla e di sbatterla in faccia a quelli che ti hanno fatto soffrire. So che lei può comprendermi. (Lucas Barres)
  • Fred: Ho fatto qualche ricerca su Barres. C'è la sua biografia ufficiale che tutti conoscono: orfano, messo in istituto, diverse famiglie affidatarie, studi brillanti. Ma c'è una sbavatura.
    Robert Taro: Eh?
    Fred: Non è mai stato affidato a diverse famiglie, ma a una sola.
    Robert Taro: E allora?
    Fred: E allora è una menzogna.
    Robert Taro: E in vent'anni non è venuto fuori?
    Fred: Bisogna cercare lontano.
    Robert Taro: E dove si arriva?
    Fred: A una famiglia della Yonne[1]. Ci andrò domani se me lo consente.
    Robert Taro: Volentieri.

Episodio 4, Amara veritàModifica

  • Robert Taro: [...] A ogni modo, Sabine, penso che sarà molto difficile per te. Per poterne uscire il partito chiederà le tue dimissioni e alla fine le darai.
    Sabine Avery: Godo del sostegno delle tre più grandi federazioni.
    Robert Taro: Tra queste c'è le Bocche del Rodano?
    Sabine Avery: Ovviamente. Barres è dalla mia parte.
    Robert Taro: Ma Barres ti tradirà, mia cara.
    Sabine Avery: Beh, credo che io lo farò prima di lui. Sono venuta a Marsiglia per proporti di riprendere la tessera del partito.
    Robert Taro: E cosa cambierebbe?
    Sabine Avery: Tu gestisci le federazioni meglio di Barres e una tua parola sullo scandalo delle fatture aiuterebbe il partito.
    Robert Taro: E in cambio io cosa ci guadagnerei?
    Sabine Avery: Beh, chiederei l'esclusione di Barres.
    Robert Taro: Oh, l'esclus... [ride] troppo tardi.
    Sabine Avery: Bene.
    Robert Taro: [Continua a ridere] è tardi.
    Sabine Avery: In questo caso sosterrò Barres.
    Robert Taro: Ma lui non ti vorrà, tesoro. Non hai capito niente.
  • Marsiglia è un porto. Le presone se ne vanno, partono, ritornano. È come nella vita: a volte non sai da dove vieni o dove stai andando, ma vai avanti. Allora forza Rachel, prendi il coraggio a due mani e lotta. (Lucas Barres)
  • [Al telefono] Agente polizia giudiziaria: Suo padre è un ex-carcerato. Si chiama Pierre Barres.
    Fred: Sai quando è stato liberato?
    Agente: Qualche mese dopo la carcerazione della madre. Lei si chiama Claudia... Claudia... aspetta devo ritrovare il cognome. Eccolo, sì. Ecco qui, Claudia Maren.

NoteModifica

  1. Cfr. Dipartimento della Yonne, in Borgogna

Altri progettiModifica