Lucian Blaga

filosofo, poeta e drammaturgo romeno
Lucian Blaga

Lucian Blaga (1895 – 1961), filosofo, poeta e drammaturgo rumeno.

Citazioni di Lucian BlagaModifica

  • Santa Sofia pende nello spazio, dall'alto al basso, legata al cielo da un filo invisibile. L'orizzontale e la verticale, con la loro funzione espressiva, di stabilità o di movimento verso l'alto, vengono annullate da volte ed archi. L'orizzontale e la verticale assumono in tal modo una funzione quasi secondaria nella ritmica spaziale dell'insieme, carico di vibrazioni e di armoniche tensioni. L'insieme della cattedrale rappresenta un mondo autosufficiente, che non poggia su nulla, che non s'innalza verso nulla, ma che, semplicemente, si mostra, si rivela. In effetti il pensiero, più vissuto del resto che pensato, che sedimentò in questo modo di costruire, comprende l'idea che il trascendente scenda per farsi tangibile, che sia possibile una rivelazione dall'alto al basso, che la grazia prenda corpo dall'alto, divenendo sensibile.[1]

NoteModifica

  1. Da Trilogia della cultura. Lo spazio mioritico, traduzione e note di Riccardo Busetto e Marco Cugno, introduzione di Marco Cugno, Edizioni dell'Orso, Alessandria, 1994, p. 93. ISBN 88-7694-155-X

Altri progettiModifica