Louis-Victor Pierre Raymond de Broglie

matematico,storico e fisico francese
Louis de Broglie

Louis-Victor Pierre Raymond de Broglie comunemente chiamato Louis de Broglie (1892 – 1987), fisico e matematico francese.

Citazioni di Louis-Victor Pierre Raymond de BroglieModifica

  • Due concezioni apparentemente incompatibili possono rappresentare ognuna un aspetto della verità.[1]
  • Nello spazio-tempo qualsiasi cosa e per ciascuno di noi rappresenta il passato, il presente e il futuro, costituisce invece un tutt'uno. Ciascun osservatore scopre, per così dire, mentre il tempo scorre, nuove fette di spazio-tempo che gli appaiono come aspetti successivi del mondo materiale, sebbene in realtà l'insieme degli eventi che costituiscono lo spazio-tempo esistano prima della conoscenza che egli ha di essi.[2]
  • Per tutti gli uomini colti, siano essi o meno votati a qualche ramo della Scienza, il nome di Albert Einstein evoca lo sforzo intellettuale geniale, che capovolgendo i dati più tradizionali della fisica, è riuscito a stabilire la relatività delle nozioni di spazio e di tempo, la inerzia dell'energia e l'interpretazione in qualche modo puramente geometrica delle forze di gravitazione. È infatti questa un'opera ammirevole, paragonabile alle più grandi opere che s'incontrano nella storia delle scienze, ad esempio quella di Newton; di per se stessa, basterebbe ad assicurare al suo autore una gloria imperitura.[3]

Sui sentieri della ScienzaModifica

  • Così anche parlando di scienza, si può parlare di amore. Non penso che le macchine elettroniche amino la scienza.
  • È nata così la scienza moderna, figlia dello stupore e della curiosità: queste due molle segrete le assicurano sempre progressi incessanti.
  • Il progresso scientifico deve molto al sentimento.
  • L'immaginazione e l'intuizione, considerate nei loro giusti limiti, costituiscono un aiuto indispensabile per lo scienziato che avanza lungo la via dei progresso.
  • La ricerca scientifica, benché quasi costantemente guidata dal ragionamento, è pur sempre un'avventura.
  • Non vi è giuoco, per quanto spontaneo, che non possieda una sua tattica e una sua strategia.
  • Svelare un enigma, trovare la soluzione di una sciarada, non significa forse cercare di scoprire qualcosa di nascosto e non è questo una specie di sforzo analogo alla ricerca scientifica?

NoteModifica

  1. Citato in AA.VV., Il libro della scienza, traduzione di Martina Dominici e Olga Amagliani, Gribaudo, 2018, p. 229. ISBN 9788858015001
  2. Da A General Survey of the Scientific Work of Albert Einstein, in Albert Einstein, Philosopher-Scientist, a cura di Paul Schlipp, vol. 1, Harper Torch-books, Harper & Row, New York, 1949, p. 114; citato in Gary Zukav La danza dei maestri Wu Li, traduzione di M. Patti, Corbaccio, Milano, 2015, pp. 264-265. ISBN 978-88-6380-989-3
  3. Citato nella prefazione di Remo Valori a Albert Einstein, Come io vedo il mondo (The World as I See It), traduzione di Remo Valori, Bottega del libro, Bologna, 1971, pp. 18-19.

BibliografiaModifica

  • Louis de Broglie, Sui sentieri della Scienza, traduzione di R. Gallino, Boringhieri, 1962.

Altri progettiModifica