Loretta Goggi

cantante, attrice, doppiatrice, conduttrice televisiva, showgirl e imitatrice italiana

Loretta Goggi (1950 – vivente), cantante, attrice, doppiatrice, conduttrice televisiva, showgirl, imitatrice e politica italiana.

Loretta Goggi nel 1972

Citazioni di Loretta GoggiModifica

  • All'apparenza sembro tutta a modino. Dentro sono aperta alle sensazioni, alle emozioni. Mi butto nel nuovo, cerco di non stare sulla stessa linea. Diciamo che sono rock, anzi, hard rock![1]
  • Ho sempre cambiato colore di capelli e taglio. Questo spiazza, perché il pubblico non riconosce, tra mille, la sua beniamina. Ero un bersaglio mobile. Ho fatto una scelta non scientemente, mi piaceva fare queste cose e ho deciso questa strada che mi ha premiato veramente tanto: ho presentato Sanremo, ho cantato a Sanremo, ho presentato i quiz. Posso ritenermi soddisfatta.[1]
  • L'immagine sia mia che quella di Enzo [Enzo Cerusico] di quei tempi [primi anni '70] era proprio questa [l'immagine dei fidanzati ideali, i bravi ragazzi]. Enzo ne aveva credo proprio la fisionomia, no? E io avevo oltre la fisionomia, anche l'età. Perché Enzo poi dimostrava molti meno anni di quelli che aveva e quindi sembravamo... io mi ricordo appunto del nostro incontro a Canzonissima e quindi intorno agli anni '72 e facevamo i due fidanzatini miopi, io per la verità lo sono e questa è la dimostrazione gli occhiali che porto, e sembravamo coetanei e credo che questo era il grande rapporto siamo riusciti ad instaurare, televisivamente parlando con il pubblico sia io che lui in quel periodo.[2]
  • Mi dicevano che sapevo fare tutto, ma non sapevo fare bene niente: una che canticchia, ballicchia, imiticchia, presenticchia.[1]
  • Non voglio essere glorificata per il passato, voglio essere al presente quello che sono e rappresento. In questo momento la cosa cui tengo di più è recitare in film e fiction. Credo che il giovanilismo imposto dal varietà non si confaccia alla mia personalità.[1]

Citazioni tratte da canzoniModifica

Mani mani/Yeah!Modifica

Etichetta: Durium Ld A 7791, 1972.

  • Mani in alto, mani in tasca, | mani ai fianchi, giù le mani, | mani avanti, mani in mani, | tutti quanti con le mani in su.(da Mani mani, lato A[3])

Vieni via con me (Taratapunzi-e)/Come amicoModifica

Etichetta: Durium A 7780, 1972.

  • E se la settimana | è stata un po' una frana | non ci pensare più perché si sa | arriva il sabato e ogni cosa cambierà. (da Vieni via con me (Taratapunzi-e), lato A[4])

Voglia/Sto ballandoModifica

Etichetta: CGD, 1978.

  • La Juve vincerà | (vincerà) | Bla, bla, bla, bla. (da Voglia, lato A[5])
  • Voglia di dare un calcio a tutto, | di rimanere a letto, | voglia di sogni e di sciocchezze, | voglia di fumo e di carezze, | voglia di giochi, di speranze, di illusioni, | voglia di un tempo che non sia domani, | voglia | (voglia, voglia, voglia) | di nuvole | (di vento e di aquiloni) | Voglia | di giorni senza date, | voglia di incontri e di sbandate, | voglia senza nome né perché, | voglia di una vita, | vita, | vita che non c'è, | il giorno | (la sveglia, la casa) | la doccia | (il cappuccino, l'ufficio, la spesa) | la macchina, il bambino, | la sera | (il ritorno, il traffico, l'attesa) | le chiacchiere in famiglia, | voglia di una vita, | vita che non c'è. (da Voglia, lato A[5])

Il mio prossimo amoreModifica

Etichetta: WEA, T 58365, 1981, prodotto da Totò Savio.

  • Sarà più grande il mio prossimo amore, | sarà notti chiare che pochi conoscono, | che importa il nome che avrà quando e come sarà. | Sara più grande il mio prossimo amore, | ci passo le ore anche quando non passano, | la prima volta era un Re ora è quello che è | ma somiglia un po' a me. (da Il mio prossimo amore, n. 1[6])
  • No, nun t'allarga' | se sei martello batti forte | ma nun t'allarga' | te sento | tremi come quando gira il vento | e te lo trovi sempre contro | no, nun t'allarga'. (da Nun t'allargà, n. 4[6])
  • Se | per innamorarmi ancora | Tornerai | maledetta primavera | Che imbroglio se | per innamorarmi basta un'ora | Che fretta c'era | maledetta primavera | Che fretta c'era | se fa male solo a me. (da Maledetta primavera, n. 6[6])

FilmografiaModifica

Serie televisiveModifica

DoppiaggioModifica

NoteModifica

  1. a b c d Dall'intervista di Gaspare Baglio, Loretta Goggi: «Sembro tutta a modino, e invece sono hard rock», Rolling Stone.it, 27 settembre 2019.
  2. Dal documentario di RaiSat Album, Rai | TUaROMA TV, novembre 2018. Video disponibile su Youtube.com.
  3. Testo di Marcello Marchesi, Dino Verde ed Enrico Simonetti.
  4. Testo di Marcello Marchesi e Dino Verde.
  5. a b Cantata con Daniela Goggi. Testo di Mario Castellacci, Pier Francesco Pingitore e Gianni Ferrio.
  6. a b c Testo di Paolo Amerigo Cassella.

Altri progettiModifica

OpereModifica