Apri il menu principale

Loki

divinità della mitologia norrena
Loki col cuore di Gullveig

Loki, gigante nella mitologia norenna.

Indice

Citazioni di LokiModifica

  • Io ho un talento che sono prontissimo a mettere alla prova, che non c'è nessuno qui dentro che mangi il suo cibo più velocemente di me. (Snorri Sturluson)

DogmaModifica

  • Il genocidio di massa è l'attività più estenuante che esista, alla pari del calcio.
  • Nessun danno, nessun fallo.
  • [Su Attraverso lo specchio di Lewis Carroll] Quella poesia, il Tricheco e il Carpentiere, è un'accusa alla religione organizzata. Il Tricheco, con la sua corpulenza e la sua bontà, rappresenta o il Buddha o con le sue zanne il Dio Elefante indù, Ganesh. Questo sistema le religioni orientali. Ora, il Carpentiere è un ovvio riferimento a Gesù Cristo; lui era figlio di un carpentiere e così rappresenta le religioni occidentali. Ora, nella poesia, cosa fanno? Cosa fanno? Raggirano un sacco di ostriche per farsi seguire e poi da grossi dritti sgusciano e divorano quelle creature inermi in massa. Io non so cosa ne pensi lei, ma a me tutto questo dice che seguire queste fedi, basate su figure mitologiche, favorisce la distruzione dell'interiorità di una persona. La religione organizzata distrugge chi siamo inibendo le nostre azioni, inibendo le nostre decisioni per paura di una figura paterna intangibile che ci punta il dito contro da ormai migliaia di anni e dice: "Fallo! Fallo! Cazzo, ti spacco in due!"

Citazioni su LokiModifica

  • Fra gli Asi è annoverato anche quello che taluni chiamano il calunniatore degli Asi o l'origine degli inganni e la disgrazia di tutti dèi e uomini, questi si chiama Loki o Loptr, figlio del gigante Fárbauti. Sua madre è Laufey o Nál, i suoi fratelli sono Býleistr e Helbindi. Loki è avvenente e bello d'aspetto, malvagio di carattere e assai mutevole nel comportamento. Possedeva assai più degli altri uomini la scienza che si chiama astuzia, e arriva a tutto con gli inganni. Egli condusse sempre gli Asi in grandi difficoltà e spesso li trasse d'impaccio con ingannevoli disegni. (Snorri Sturluson)

VikingsModifica

  • Quando il dio Loki fece una cosa incredibilmente cattiva, gli altri dei lo portarono in una grotta orribile e buia, e lì lo incatenarono a tre pietre taglienti. Su di lui appesero un disgustoso serpente, cosicché il suo veleno sgocciolasse, sgocciolasse, sgocciolasse per sempre sulla faccia di Loki.
  • Quella canaglia, quell'impostore. La sofferenza degli uomini è una gioia per lui.
  • Sofferenza e dolore erano il suo pane e il suo nettare.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica