Lisa Vittozzi

biatleta italiana

Lisa Vittozzi (1995 – vivente), biatleta italiana.

Lisa Vittozzi (2018)

Citazioni di Lisa VittozziModifica

  Citazioni in ordine temporale.

Chi è Lisa Vittozzi, campionessa di biathlon

Intervista di Marina D'Incerti, Donnamoderna.com, 12 gennaio 2019

  • Ho cominciato tardi, in seconda media. Ma già nei primi anni delle superiori ho iniziato a impegnarmi di più. Alla mattina frequentavo ragioneria a Santo Stefano di Cadore, tornavo a casa, mangiavo, mi cambiavo, andavo ad allenarmi, tutti i giorni. Mi divertivo e mia madre mi ha lasciato fare, senza pressioni: è stata la mia fortuna. Molte famiglie stanno addosso agli atleti. Ma non sempre trasmettono energia positiva. Quando sono cominciati i sacrifici, per esempio non uscire la sera, non è stata una grande rinuncia. L'ho fatto volentieri perché la passione è tanta.
  • [Nel descrivere il biathlon] Arrivi nella piazzola, ti metti in posizione, e respiri. Devi calmare l'affanno, abbassare le pulsazioni e sparare i 5 colpi. Tra un colpo e l'altro controlli il respiro e la pressione del grilletto. [...] Al poligono sei pieno di emozioni e devi gestirle. C'è il pubblico che ti guarda, tanti rumori, magari ti stai giocando la medaglia e lo speaker della gara urla il tuo nome proprio mentre stai mirando. Ci riesci solo se sai isolarti.
  • Allo sparo maschi e femmine sono allo stesso livello e una donna può essere anche più forte di un uomo. [...] Noi ragazze non ci sentiamo inferiori e loro non si sentono superiori.

Adesso punto sulla mia Juve

Intervista di Luca Castaldini, SportWeek, nº 13 (930), 30 marzo 2019, pp. 62-66

  • Se sono nervosa, piango. Io il pianto lo associo più ai momenti di rabbia e di delusione che non ad altro.
  • [«Quanto tu spari vedi "solo" il bersaglio come noi (tele)spettatori oppure c'è "altro"?»] No, anch'io vedo semplicemente un bersaglio. Però faccio fatica a spiegare esattamente che cosa mi succede quando in gara arrivo al poligono. In pratica mi scatta un meccanismo per cui mi viene naturalmente da fare ciò che faccio di solito. Non penso a nulla, semplicemente arrivo, sparo e riprendo a sciare.
  • [«Al tiro al bersaglio del luna park [...] hai mai fatto strabuzzare gli occhi ai presenti?»] Si... Anche prima di iniziare col biathlon, alle fiere per me era solo pistola e lattine da buttare giù. Una volta ho sbalordito tutti e ho vinto un peluche, poi però mi hanno portata via se no finiva che lo sbancavo...
  • Agli esordi [...], come tutti i giovanissimi, non dai peso a ciò che ti gira intorno. Poi, con gli anni, ti rendi conto di quanto il doping rappresenti la rovina dello sport che ami.

Altri progettiModifica

  Portale Donne: accedi alle voci di Wikiquote che trattano di donne