Lapislazzuli

Lapislazzuli.
Il blu di lapislazzuli nel cielo degli affreschi di Giotto alla Cappella degli Scrovegni a Padova.

Citazioni sul lapislazzuli.

  • Eccoti un lapis lazoli. Oh, che colore d'azzurro oltramarino da cinquanta scudi l'oncia! (Pietro Aretino)
  • Il lapislazzoli, il quale si mostra brioso negli azzurri, smonta o smarrisce ne' verdi e più ancora ne' gialli ed è quasi perduto ne' rossi. (Francesco Algarotti)
  • Leonardo Fioravante, espertissimo empirico, la dava la pietra lazula per far vomitare liberando perciò molti dalle quartane. Nelle febri maligne la calcinava e dopo l'estingueva in acqua vita finissima, nella quale dice solversi mirabilmente e dava essa soluzione; liberava anche da molti morbi, riducendo ancora in buonissimo stato, quasi miracolosamente, l'ulcere, benché maligne; cavava anche da essa pietra l'oglio, col quale conciliava il sonno, inducendo riposo. E facendone ungere il capo e il ventricolo toglieva l'infiammazione e il dolore delle podagre. (Giuseppe Donzelli)
  • Si sente invece il bisogno di un romanzo del Salgari, per capir bene, per utilizzare queste palme così splendide di sopra dalla cui fronda egiziaca, in ritaglia triangolari, il cielo di lapislàzuli. (Carlo Emilio Gadda)
  • Zumelazoli, ovvero temé, latinamente è detto lapislazoli... E dalla sua bellezza è chiamato pietra celeste, overo stellata. (Ludovico Dolce)

Altri progettiModifica