Apri il menu principale

L'ultimo combattimento di Chen

film del 1978 diretto da Robert Clouse

L'ultimo combattimento di Chen

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Nunchaku di Bruce Lee, quelli a destra usati da lui stesso e dopo dai suoi sosia per completare il film

Titolo originale

Game of Death
死亡遊戲

Lingua originale inglese
Paese Hong Kong
Anno 1978
Genere arti marziali, azione
Regia Robert Clouse
Sceneggiatura Sammo Hung, Bruce Lee
Produttore Raymond Chow
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
  • Robert Clouse riadattò il film incompleto di Bruce Lee, The Game of Death (死亡的遊戲), girato nel 1972 e riutilizzandone solo 11 minuti e 7 secondi, lo portò a termine avvalendosi anche di sosia.
  • Sequel del film: L'ultima sfida di Bruce Lee (Game of Death 2; 死亡塔)

L'ultimo combattimento di Chen, film hongkonghese del 1978, regia di Robert Clouse.

FrasiModifica

  • Hai perso Carl Miller.[1] (Billy Chen Lo)

Citazioni su L'ultimo combattimento di ChenModifica

  • A cinque anni dalla sua morte alcuni spezzoni del film [The Game of Death] al quale stava lavorando negli ultimi mesi e nelle ultime ore della sua vita vengono montati in una pellicola: L'ultimo combattimento di Chen, ma il risultato non ha nulla a che vedere con la sua idea originale di arti marziali, senza le note coreografiche di Bruce, senza i suoi appunti i produttori non sanno bene cosa fare dei cento minuti di girato, scoprono inoltre che Lee era un perfezionista e che dei cento minuti di pellicola che hanno in mano almeno due terzi sono scarti e rifacimenti di sequenze che Lee aveva eliminato poiché non erano all'altezza dei suoi standard qualitativi. I produttori scelgono soltanto undici minuti e sette secondi di materiale da inserire nel loro film e il resto, ventuno minuti circa viene scartato, alternando scene di Lee in azione ad altre realizzate con una controfigura e utilizzando persino fotografie in cartone della testa di Lee il risultato finale viene considerato da molti come un grottesco tentativo di sfruttare commercialmente il nome del grande artista. I sostenitori di Lee cominciano a pensare che la pellicola originale sia andata distrutta e che sia quindi impossibile vedere le scene che lui aveva girato personalmente e sapere quale fosse la sua idea originale per il film. Nell'autunno del 1994 durante la ricerca per una raccolta di volumi tratti dagli scritti di Lee vengono ritrovate le sceneggiature originali e i suoi appunti e le coreografie. Gli appunti confermano ciò che molti sospettavano ossia che Lee aveva girato molto più materiale di quanto fosse stato visto fino a quel momento. Tra i suoi appunti riguardanti le coreografie emerge un'altra sorpresa, un manoscritto di dodici pagine che contiene la sinopsi del film con tutti i disegni dei combattimenti e una selezione dei dialoghi. Il soggetto originale è in netto contrasto con quello del film uscito. Con la scoperta delle note di regia scritte si parte alla ricerca della pellicola scomparsa che durerà quasi sei anni, alla fine accade il miracolo, la pellicola originale viene ritrovata, dopo essere stati separati oltre un quarto di secolo il materiale girato da Bruce Lee e le sue note di regia vengono finalmente riuniti. Nel corso di questo programma potrete vedere quel materiale esattamente come Bruce Lee l'avrebbe immaginato e comprenderete gli sforzi da lui sostenuti per riuscire a realizzarlo e forse solo dopo tutto questo potrete dire di conoscere il vero Bruce Lee, l'uomo dietro la leggenda. (Bruce Lee - La leggenda)

NoteModifica

  1. La sequenza del film in cui Billy Chen Lo (interpretato da Bruce Lee) pronuncia questa frase, è tratta dal film L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente ed è stata poi inserita nel montaggio del film di Clouse del 1978 e ridoppiata (come del resto altre scene). Le parole pronunciate da Bruce Lee (nel ruolo di Yen-Chen) nella scena corrispondente di L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente, sono, nel doppiaggio italiano: «ora il drago agita la coda».

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica