Apri il menu principale

Wikiquote β

Kingdom Hearts: Chain of Memories

videogioco del 2004

Kingdom Hearts: Chain of Memories

Immagine Kingdom Hearts wordmark the first game of the series.png.
Titolo originale

キングダム ハーツ チェイン オブ メモリーズ
Kingudamu Hātsu: Chein obu Memorīzu

Ideazione Tetsuya Nomura
Sviluppo Jupiter,
Square Enix (vers. PlayStation)
Pubblicazione Square Enix
Anno 2004
Genere action RPG
Tema fantasy
Piattaforma Game Boy Advance, PlayStation 2, PlayStation 3, PlayStation 4
Serie Kingdom Hearts
Preceduto da Kingdom Hearts
Seguito da Kingdom Hearts II

Kingdom Hearts: Chain of Memories, videogioco di ruolo del 2004.

Le citazioni sono tratte dalla versione intitolata Kingdom Hearts Re: Chain of Memories e presente nella raccolta 1.5 ReMIX.

Indice

IncipitModifica

Più avanti troverai qualcosa di cui hai bisogno. Tuttavia... per ottenerlo, dovrai perdere qualcosa che ti è caro. (Marluxia)

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • In questo posto, trovare è perdere e perdere è trovare. (Marluxia) [riferito al Castello dell'Oblio]
  • Procedi, Sora. A perdere e a riavere, o a riavere solo per perdere... (Marluxia)
  • Percorri i viali della memoria latente e incontrerai qualcuno che ti è caro. (Marluxia)
  • Andrà tutto bene, Sora. Non importa che forma prenda la realtà, tu puoi affrontarla. Forse non mi ricordo di te, ma ti conosco nel mio cuore. (Leon)
  • Allora, Sora, ora che ci conosciamo un po' meglio... Cerca di non morire subito! (Axel)
  • Se ti sforzi di ricordare, la tua memoria potrebbe mentirti. (Stregatto)
  • A volte basta una piccolissima cosa per farti ricordare ciò che hai dimenticato da anni. Se è un ricordo importante, è impossibile che sparisca per sempre. (Sora)
  • Qualcuno ha detto "desiderio"? Allora fate largo, arriva il Genio della lampada! Con me va tutto liscio come l'olio... E non si scivola. (Genio)
  • Mi sbagliavo, Genio. Se avessi usato il tuo aiuto per conquistare Jasmine... Non sarei meglio di Jafar. Jasmine è tutto per me. Voglio mostrarle chi sono davvero. (Aladdin)
  • Nessuno nota niente di strano? Sora ricorda le cose invece di dimenticarle. Forse dimenticare è l'unico modo per arrivare ai ricordi sepolti nel profondo. (Grillo)
  • Non dimenticare che Sora è la chiave. Ci servirà per rovesciare l'Organizzazione. (Axel) [a Larxen]
  • Paura e insicurezza sono i segni di un cuore forte. Spingono il tuo cuore, ti indicano nuove direzioni, ti fanno rischiare! Senza quella forza, la tua voglia di vivere svanirebbe... E così anche il gusto per la paura. [...] Allora buona fortuna, signori! Che possiate sempre apprezzare gli spaventi! (Jack Skeletron)
  • Scommetto che è piacevole disfarsi di tutti i ricordi inutili e risvegliare quelli veri sepolti in fondo al cuore. (Larxen)
  • Sono uno scienziato. Gli esperimenti sono il mio pane quotidiano. (Vexen)
  • È l'effetto che fa il castello... dopo un po'. Fa bene, dimentichi tutte le cose inutili e ricordi per la prima volta quello che conta davvero. (Copia di Riku)
  • Sora... Cerchi sempre di intrufolarti nel mio cuore! (Copia di Riku)
  • Non ti permetterò di allontanarmi. (Sora) [a Riku]
  • Noi Nessuno non abbiamo speranze di diventare qualcuno. (Axel)
  • Gli uomini senza cuore sono così noiosi. (Larxen)
  • "I traditori saranno eliminati". Se non sbaglio le regole dicono così. (Axel)
  • Le astuzie della memoria sanno essere crudeli. Nel suo silenzio, dimentichiamo. Nella sua ossessione, cattura i nostri cuori. (Vexen)
  • Se resti prigioniero delle catene della memoria e rifiuti di credere a cosa si trova davvero nel tuo cuore, allora puoi anche gettarlo via. Non sei l'Eroe del Keyblade... sei solo lo schiavo di ricordi contorti. Sì... proprio come il mio Riku. (Vexen)
  • Cerca di farmi divertire, Sora. È il minimo che puoi fare per me. (Axel)
  • In realtà non esisto nel tuo cuore. Non esisto nel cuore di nessuno. Non sono mai esistita da nessuna parte. [...] Pensa, Sora. Pensa ancora una volta. Pensa alla persona che ti è più cara. Invoca quel pezzo di ricordo che brilla tenue in fondo al tuo cuore. Non importa quanto sia lontana la luce, la voce del tuo cuore la raggiungerà sempre. (Naminé)
  • So che i ricordi che mi hai dato sono bugie in realtà... ma mi sembrano giusti lo stesso. Come la promessa che ti ho fatto. Ho detto che ti avrei protetta e che non ti avrei fatto piangere... mai. Naminé... se ora tu piangessi... mi sentirei in colpa come se ti avessi delusa. Quindi non piangere... per favore. (Sora)
  • I ricordi talvolta spariscono, ma le promesse mai. (Pippo)
  • Sora, abbiamo più cose in comune di quanto non pensi. (Axel)
  • L'esistenza di Sora non è molto interessante. L'entità che è davvero preziosa è Riku, l'eroe dell'oscurità. (Vexen)
  • Nei mondi delle carte... hai lottato disperatamente con l'oscurità. La disperazione è paura. Combatti contro l'oscurità perché ti spaventa. (Ansem) [a Riku]
  • L'Organizzazione ti inseguirà. Come dei cani da caccia, ti cercheranno di nascosto se percepiranno la tua presenza. Tuttavia... questo mantello indossato dai Nessuno bloccherà i loro nasi e i loro occhi. Ma non le orecchie... Lo indossano per evitare di essere divorati dall'oscurità. Capisci? Persino l'Organizzazione non riesce a controllare l'oscurità. (DiZ) [a Riku]
  • La tua oscurità appartiene a te. Così come la tua luce. Finora ho creduto che l'oscurità fosse qualcosa che non dovesse esistere. Ma il tempo passato con te mi ha fatto cambiare idea. Hai scelto una strada... che ignoravo. Luce e buio, fianco a fianco. Con te, penso potrebbero incontrarsi in un modo mai visto prima. (Topolino) [a Riku]

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Aerith: Non ho tutte le risposte, ma c'è qualcosa che penso dovresti sapere. I tuoi ricordi hanno creato questa città, giusto? [...] Se è vero, allora questa città è frutto della tua immaginazione. E anche noi lo siamo.
    Sora: Ma... tu non puoi essere un'illusione! Sei qui di fronte a me. E anche la città è qui!
    Aerith: Ma non sono realmente io. Non ricordo cose che dovrei. Sento cose che non dovrei. Sora, attento ai tuoi ricordi. Durante il viaggio che farai, affronterai altre illusioni. A volte le ombre della tua memoria ti inganneranno, proveranno a portarti fuori strada.
    Sora: E quindi, ehm... cosa significa esattamente?
    Aerith: Mi spiace. Io sono solo un'altra illusione. La verità non è alla mia portata. [...] Sii forte, Sora. Non lasciare che le illusioni ti distolgano da ciò che è davvero importante.
  • Axel: Dovrai seguire il filo dei tuoi ricordi. Fidati di ciò che ricordi, cerca ciò che dimentichi. E troverai qualcuno di molto speciale. [...] Dovrai pensarci ancora un po' per decidere chi è più importante per te. I ricordi più preziosi giacciono così nel profondo dei nostri cuori che sono irraggiungibili. Ma sono sicuro che tu riuscirai a trovare i tuoi, Sora.
    Sora: Perché proprio io?
    Axel: Hai perso di vista la luce dentro l'oscurità. Sembra che tu abbia dimenticato di aver dimenticato. [...] Ma fai attenzione... Quando i tuoi ricordi sopiti si sveglieranno, potresti non essere più chi sei ora.
  • Sora: Cosa?! I giochi sono stati cancellati? Come mai?
    Fil: Due parole! Sono tutti stanchi!
  • Larxen: Sembri piuttosto affascinato da questo Sora.
    Axel: E tu invece no, Larxen?
    Larxen: Non ho ancora deciso... Penso che m'interessi di più sapere cosa trovi in lui di così affascinante.
    Axel: È stato un Heartless. E chi diventa un Heartless...
    Larxen: Perde la sua mente e i suoi sentimenti... consumati dall'oscurità.
    Axel: Esatto. Ma non Sora. Ha conservato i suoi sentimenti anche da Heartless. E solo un altro uomo [Xehanort] è riuscito a farlo.
    Larxen: È la forza del suo cuore... Ecco cosa ti affascina. Perché il Keyblade ha scelto il cuore di Sora.
    Axel: Svelare i misteri del cuore. Non è questa la missione dell'Organizzazione?
  • Pinocchio [nella balena]: Sei tu, Grillo? Caspita, non pensavo di incontrarti qui.
    Grillo: Non puoi liberarti di me, figliolo. Sono la tua coscienza. La tua coscienza deve guidarti sempre. Ricordi?
  • Sora: Dev'essere terribile rimanere rinchiusi dentro la balena.
    Geppetto: Non se io e Pinocchio stiamo insieme. Non potrei vivere senza di lui. Niente è più bello di ritrovare qualcuno a cui vuoi bene.
  • Pippo: Dove sono Pinocchio e suo padre?
    Grillo: Non si vedono. Devono essere usciti sani e salvi [dalla balena].
    Sora: Senza di te, Grillo? Credevo non si sfuggisse alla propria coscienza!
    Grillo: Non mi dispiace stare qui se entrambi stanno bene. Forse Pinocchio non ha bisogno di me, dopotutto. [...] Quel burattino non distingueva tra bene e male. Ma ha fatto molta strada. Forse non ha più bisogno del Grillo Parlante. Sembra che abbia una coscienza tutta sua.
  • Finklestein: Vi siete mai fermati a riflettere sul potere dei "veri ricordi"? [...] Vedi, caro ragazzo, i nostri cuori sono pieni di ricordi. Ma non tutti rispecchiano la verità. Il cuore non è un registratore. Anche i ricordi più importanti cambiano col tempo. Si distorcono o svaniscono, lasciandoci solo un'ombra di quello che speravamo di ricordare.
    Sora: Che sia quello che mi sta succedendo?
    Finklestein: Succede a tutti. Alcuni ricordi diventano brutti, e altri bellissimi. Se potessimo recuperare i nostri veri ricordi, il mondo sembrerebbe completamente diverso.
  • Finklestein: Quando ho inalato la pozione, sono apparsi gli Heartless... E quando il Baubau l'ha bevuta, è stato sopraffatto dalla paura. [...] I veri ricordi sconvolgono il cuore... e causano cambiamenti interiori imprevisti!
    Sora: E io invece? Cosa succederà quando i miei veri ricordi si risveglieranno?
    Finklestein: Forse qualcosa di ancor più terrorizzante...
  • Paperino: Sora, ricordi la nostra primissima promessa?
    Sora: Eh?
    Paperino [in coro con Pippo]: Sorridi sempre!
    Pippo: Era la promessa che ci siamo fatti quando ci siamo conosciuti per la prima volta! Promettemmo che non avremmo mai smesso di sorridere.
  • Sora: Perché non dici che è stata Ursula a rubare il tridente? E che tu l'hai recuperato da sola! Così non finirai certo nei guai!
    Ariel: Ho avuto anch'io la stessa idea! Ma... non posso farlo. Non voglio finire nei guai, ma non posso mentire. Non su questo. Ultimamente ho fatto troppe scelte sbagliate. È stato un errore rubare il tridente. Ma l'ho fatto perché volevo aiutarti, Flounder. E di questo sono fiera. Dare la colpa a qualcun altro significherebbe rinunciare a questa sensazione. Dirò la verità.
  • Wendy: Peter, mi dispiace. Ma voglio davvero tornare a casa.
    Peter Pan: Lo temevo... tutti crescono. E da grandi dimenticano sempre. Prima dimenticherai come ci si sente da bambini e poi dimenticherai anche me. [...] Dimenticherai... poco a poco, un ricordo alla volta. E quando sarai grande, non ne avrai più neanche uno.
    Sora: Non dire così. I ricordi, anche quelli importanti, non tornano quando ci pare. Ma non significa che sono scomparsi. È come... come se dormissero. Così quando succede la cosa giusta, la memoria si risveglia e noi ricordiamo. I ricordi scolpiti nel nostro cuore non scompaiono mai. Ne sono sicuro.
  • La Bestia: La mia forma orrenda è la punizione per il mio egoismo e la mia incapacità di amare. Trasformato in un mostro, senza amore, sono diventato ancora più egoista. Ma poi ho incontrato te, Belle. Sei l'unica persona che mi ha accettato. A poco a poco, hai riscaldato il mio cuore freddo ed egoista. I ricordi dei nostri giorni insieme sono tra i più preziosi. Non li getterò via. Quindi scusami, ma non posso lasciarti qui... anche se mi odierai per questo. Sarà la mia ultima azione egoista.
    Belle: Oh, Bestia...
    Malefica: Bene, bene. Non pensavo che tanta bruttezza celasse un cuore così bello. Devo cambiare il mio piano. Bestia, prenderò il tuo cuore al posto del suo.
  • Belle: Ti prego, perdonami. Ho dovuto essere crudele. Ma non sono riuscita a nascondere i miei veri sentimenti...
    La Bestia: Sono io che devo scusarmi... per aver dubitato di te. Non voglio ricordare mai più quel sentimento... di rabbia, di solitudine.
    Belle: Allora non farlo. Mettiamo i ricordi felici al posto di quelli tristi... a cominciare da ora.
  • Paperino: Non voglio farlo, ma comincio ad avere paura.
    Pippo: Allora dovremmo fare davvero una promessa! [...] Quando fai una promessa che è super-grandissima, forse ti viene il coraggio di affrontare le cose che fanno paura!
    Sora: Il coraggio...
    Paperino: Sì! Facciamolo! Anche se avremo paura, o saremo nei guai, o ci perderemo...
    Pippo: O ci dimenticheremo l'uno dell'altro...
    Sora: Qualsiasi cosa accada... siamo amici.
  • Marluxia: Da quanto sospetti di noi?
    Axel: Pensi che uno di noi abbia il cuore di credere a qualcuno?
  • Sora [a Naminé]: Cancellami pure la memoria!
    Pippo: Sora, che stai dicendo?!
    Sora: Chi proteggerò se perderò Naminé? Fallo e basta! Cancellami i ricordi. Distruggimi il cuore. Ho promesso! Ti proteggerò sempre! [...] Non mi serve la memoria per affrontare gente come Marluxia. [...] Avrò i ricordi dei miei amici per rimettere insieme i miei!
    Marluxia: Sciocco ignorante. Se Naminé usa il suo potere per cancellarti la memoria, sarai solo un guscio vuoto. Il tuo cuore non sentirà più nulla. Proprio come... Quella brutta copia di Riku creata da Vexen.
    Copia di Riku [comparendo all'improvviso]: Tu dici?
    Marluxia: Non è possibile!
    Sora: Riku!
    Copia di Riku: No, solo un'imitazione.
    Marluxia: Tu sei un guscio... un guscio svuotato di qualsiasi cosa. Qualsiasi cosa!
    Copia di Riku: Pensi davvero che abbia mai avuto qualcosa? Il mio corpo e il mio cuore sono falsi. Ma... c'è un ricordo che conserverò... anche se è solo una bugia! Che fosse una promessa fantasma o no... Proteggerò Naminé!
    Marluxia: Che imbecilli... Volete davvero rinchiudere il vostro cuore in una prigione di bugie? Così avreste un cuore, ma volete davvero gettare via la sua libertà? Vi allontanate dalla verità perché il vostro cuore è debole...
  • Copia di Riku: Non ricordo perché sono stato creato, o quando o dove... Dentro di me c'è solo... il tempo passato con te e Naminé. Ma so che quei ricordi non sono veri. [...] Non importa. Me la caverò.
    Sora: Aspetta! Che importa se ti ha fabbricato qualcuno? Tu sei te stesso e nessun altro. Hai un cuore tutto tuo dentro di te. Quei sentimenti e quei ricordi sono solo tuoi. Sono speciali!
    Copia di Riku: Sora, sei un bravo ragazzo. Non ho bisogno di essere vero per capire quanto reali sono i tuoi sentimenti. È abbastanza per me.
  • Paperino: Puoi rimettere a posto i nostri ricordi?
    Naminé: Sì, anche se non ricordate qualcosa, non significa che è perso per sempre. [...] Ricordare una cosa porta a ricordarne un'altra e poi un'altra e un'altra ancora. I nostri ricordi sono collegati. Molti pezzi sono legati insieme come una catena che fa di noi chi siamo. Non cancello davvero i ricordi... mi limito a staccare gli anelli e a spostarli.
  • Sora: Ti ritroverò al mio risveglio. E non ci saranno bugie stavolta. Saremo amici davvero. Promettimelo, Naminé.
    Naminé: Ti dimenticherai di questa promessa.
    Sora: Anche se disfi la catena dei ricordi, gli anelli rimangono, no? Allora il ricordo della nostra promessa rimarrà lì da qualche parte.
  • Naminé: Anche se ti dimenticherai di me, avremo ancora la nostra promessa. [...] Un giorno la luce... sarà nostra e ci riunirà. Resterò nel tuo cuore fino a quel momento.
    Sora: D'accordo. Dimenticata... ma non persa.
  • DiZ: Qui, avvolto dall'oscurità, il sonno è salvezza. Il sonno è eterno. Ma... [compare una carta]
    Riku: Che cos'è?
    DiZ: È una porta per la verità. Attraversala e il tuo sonno cesserà. E farai il primo passo verso la verità. Ma sappi che la verità ti porterà dolore. Vuoi ancora andare? Non potrai tornare alla sicurezza del sonno.
    Riku [prendendo la carta]: Tanto questo sembra un posto noioso per schiacciare un pisolino.
  • DiZ: Ti lasciasti alle spalle famiglia, amici, casa... tutto... per inseguire l'oscurità.
    Riku: Ma ho rinunciato anche a quella!
    DiZ: E cosa ne hai ricavato? Prima la tua casa, poi le tenebre. Il tuo cuore sa solo allontanare.
  • Malefica: Il tuo cuore è vuoto. Se non fosse per l'oscurità che vi alberga, saresti completamente solo.
    Riku: Non sarebbe così male in questo momento. [...] Non ho fatto che perdermi... Svuotarmi! Ho chiuso con tutto ciò. Se posso vedere solo gente come te, abitanti delle tenebre... Vi eliminerò uno alla volta.
    Malefica: Allora non scordare di distruggere te stesso alla fine. Perché tu, come me, appartieni alle tenebre.
    Riku: Mi sta bene. Mi sono dato all'oscurità perché il mio cuore era debole. Odio quella debolezza. È come se io fossi il mio peggior nemico.
  • Topolino: Ricorda, Riku, non sei solo. Ascolta bene. La luce non ti abbandonerà mai. La troverai sempre, anche nell'oscurità più profonda!
    Riku: Ho capito. Non perderò contro l'oscurità. Non oggi.
  • Topolino: Anche se l'oscurità ti ha preso, non devi abbandonare te stesso. Devi combattere le tenebre dentro di te! Lo so, non è così facile. Ma non dimenticare, ti prego. Anche nell'oscurità più buia, c'è un po' di luce.
    Riku: Luce nell'oscurità...
    Topolino: Noi due l'abbiamo vista. La luce lontana e gentile dentro la porta per l'oscurità... La luce di Kingdom Hearts... ti mostrerà la via. Non arrenderti. Credi nella luce. È una richiesta dal mio cuore.
  • Naminé [con l'aspetto di Kairi]: Nessun potere può sconfiggerti. Né la luce, né le tenebre. Quindi non scappare dalla luce e non temere l'oscurità. Entrambe ti rafforzeranno.
    Riku: Mi rafforzeranno? Anche l'oscurità?
    Naminé: Sì, la sua forza è la tua. L'oscurità nel tuo cuore... è vasta e profonda, ma se riesci a fissarla nel profondo senza distogliere lo sguardo, non avrai mai più paura di niente. [...] Non devi mai smettere di essere coraggioso. Accetta la presenza dell'oscurità e non arrenderti. [...] Sarai capace di sfuggire alle tenebre più profonde.
    Riku: E sarò in grado di vedere attraverso la luce più brillante...
  • Riku: Chi sei?
    DiZ: Potrei essere nessuno o chiunque.
  • Riku: Se Ansem vincerà, mi renderà suo schiavo. Se succedesse, usate il vostro potere per distr...
    Topolino: Ma certo! Sarò prontissimo a salvarti!
    Riku: Eh? No, non è quello che intendo. Voglio che mi distr...
    Topolino: Non se ne parla! Sono pronto ad aiutarti, qualsiasi cosa accadrà. Te lo prometto. A meno che... tu non pensi che ti abbandonerò...
    Riku: Ho scelto di credere in voi... sempre, Vostra Maestà.
    Topolino: E io in te.
  • Riku: Cosa mi farai scegliere adesso?
    DiZ: Tra la strada per la luce e quella per l'oscurità.
    Riku: Nessuna delle due fa per me. Prenderò la via di mezzo.
    DiZ: Vuoi dire quella del crepuscolo per il calar della notte?
    Riku: No. È la via per l'alba.

Altri progettiModifica