James Thurber

giornalista, fumettista e scrittore statunitense

James Grover Thurber (1894 – 1961), giornalista, fumettista, favolista, scrittore, novellista e umorista statunitense.

James Thurber, 1954

Citazioni di James ThurberModifica

  • A me piace molto l'idea che ci sono due sessi, e a voi?[1][2]
  • Discussione in America significa dissenso.[3][2]
  • È meglio conoscere alcune delle domande che tutte le risposte.[4]
  • È necessario il sesso?[5][2]
  • Le uniche regole che la commedia può tollerare sono quelle del gusto e le sue uniche limitazioni quelle della diffamazione.
The only rules comedy can tolerate are those of taste, and the only limitations those of libel.[6]
  • Un disegno è sempre abbassato al livello della sua didascalia.
A drawing is always dragged down to the level of its caption.[7]

AttribuiteModifica

  • Perché devi essere anticonformista come tutti gli altri?[8]

A Thurber CarnivalModifica

  • Beh, se ho composto il numero sbagliato, perché hai risposto al telefono?
Well, if I called the wrong number, why did you answer the phone?[9]
  • Chi esita qualche volta si salva.[2]
  • Conosce tutto a proposito dell'arte, ma non sa quello che gli piace.
He knows all about art, but he doesn't know what he likes.[10]

Incipit de La notte degli spiritiModifica

Il fantasma che entrò a casa nostra la notte del 17 novembre 1915 provocò tanti e tali imbrogli, che avrei fatto molto meglio a lasciarlo passeggiare a suo piacimento e andarmene a letto.[11]

Citazioni su James ThurberModifica

  • Ne I tredici orologi, Thurber dà una caratterizzazione della logica che suona all'incirca così: poiché è possibile toccare un orologio senza fermarlo, allora è possibile anche far partire un orologio senza toccarlo. Questa è la logica come la vedo e la capisco io. (Raymond Smullyan)

NoteModifica

  1. Dalla didascalia di una vignetta sul New Yorker.
  2. a b c d Citato in Elena Spagnol, Enciclopedia delle citazioni, Garzanti, Milano, 2009. ISBN 9788811504894
  3. Da Lanterns and Lances.
  4. Citato in Focus, n. 105, p. 167.
  5. Titolo di un libro.
  6. Da "The Duchess and the Bugs", in Lanterns & Lances, 1961.
  7. Da The New Yorker, 2 agosto 1930.
  8. Citato in Dizionario delle citazioni, a cura di Italo Sordi, BUR, 1992. ISBN 88-17-14603-X
  9. Da un fumetto sul The New Yorker, 5 giugno 1937; "Word Dance — Part One", 1960.
  10. Da un fumetto sul The New Yorker, 4 novembre 1939; in "Word Dance — Part One", 1960.
  11. Citato in Fruttero & Lucentini, Íncipit, Mondadori, 1993.

Altri progettiModifica