Jacques Rancière

filosofo francese

Jacques Rancière (1940 – vivente), filosofo francese.

Citazioni di Jacques RancièreModifica

  • [I diritti umani divenuti spesso diritti dei soli esclusi dalla comunità politica] [...] si fa la stessa cosa che le persone caritatevoli fanno con i vestiti vecchi: si danno ai poveri. Quei diritti che sembrano inutili a casa loro vengono spediti all'estero insieme alle medicine e agli abiti, a persone prive di medicine, di abiti e di diritti. E’ così che i diritti dell’uomo diventano i diritti di chi non ne ha, i diritti di nudi esseri umani soggetti a una repressione disumana e a condizioni di vita disumane. Diventano diritti umanitari: i diritti di coloro che non possono attuarli, delle vittime della negazione assoluta di ogni diritto.[1]
[...] you do the same as charitable persons do with their old clothes. You give them to the poor. Those rights that appear to be useless in their place are sent abroad, along with medicine and clothes, to people deprived of medicine, clothes and rights. It is in this way ... that the Rights of Man become the rights of those who have no rights, the rights of bare human beings subjected to inhuman repression and inhuman conditions of existence. They become humanitarian rights, the rights of those who cannot enact them, the victims of the absolute denial of rights.[2]

NoteModifica

  1. Citato in Slavoj Žižek, I nemici della libertà, Internazionale, n. 562, 22 ottobre 2004, p. 44.
  2. Citato in Slavoj Žižek, Knee-Deep, London Review of Books, n. 17, vol. 26, lrb.co.uk, 2 settembre 2004.

Altri progettiModifica