János Horváth

critico letterario, storico della letteratura e accademico ungherese

János Horváth (1878 – 1961), critico letterario, storico della letteratura e accademico ungherese.

János Horváth

Citazioni di János HorváthModifica

  • [Antonio Bonfini] Egli conferì alla nazione ungherese la dignità delle virtù e del patriottismo romani e le diede una storia nazionale che divenne, per gli ungheresi colti e per lunghi secoli, scuola di educazione veramente romana: l'idea nazionale, impersonata da quel monarca rinascimentale che era stato Mattia , il Bonfini la diffuse con mezzi letterari, dapprima nel piano poetico, ma in seguito, grazie al suo influsso plurisecolare, anche nella realtà, in mezzo a tutta la nazione di Mattia, facendola radicare nei sentimenti e nelle coscienze.[1]
  • Ogni vero incremento della letteratura latina ci portò più vicino alla creazione della letteratura ungherese: di qui il fatto paradossale che la nascita della letteratura volgare aveva come presupposto la grande fioritura della letteratura in latino.[2]

NoteModifica

  1. Citato in Ruzicska, cap. XXIV, p. 258.
  2. Citato in Ruzicska, cap. XXVI, p. 275.

BibliografiaModifica

  • Paolo Ruzicska, Storia della letteratura ungherese, Nuova Accademia Editrice, Milano, 1963.

Altri progettiModifica