Apri il menu principale

Il segno di Venere

film del 1955 diretto da Dino Risi

Il segno di Venere

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Sophia Loren e Franca Valeri

Titolo originale

Il segno di Venere

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1955
Genere commedia
Regia Dino Risi
Soggetto Edoardo Anton, Luigi Comencini, Franca Valeri
Sceneggiatura Edoardo Anton, Ennio Flaiano, Franca Valeri, Dino Risi, Cesare Zavattini
Produttore Marcello Girosi
Interpreti e personaggi

Il segno di Venere, film italiano del 1955 con Sophia Loren, Franca Valeri, Vittorio De Sica e Alberto Sordi, regia di Dino Risi.

Indice

IncipitModifica

[Si apre una finestra]
Cesira: Si sposa oggi! Toh, fra tre ore è bella e fatta. Oddio, fa sempre effetto uno che si sposa; e poi, mica per dire, ma anche nello stesso stabile. Che è, a te ti piace quello li?
Agnese: Niente niente, c'è stato qualcosa tra voi due?
Cesira: Ma figurati! L'avrò visto un paio di volte.
Agnese: Ma che soffri? Se non le dici a me 'ste cose. Eh?
Cesira: Ma dai!

FrasiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Dico che non siamo più nel medioevo, che la donna cià lo stesso giro dell'uomo, anche in campo amoroso, perché cià la sua indipendenza lavorativa, almeno dalle mie parti! (Cesira)
  • Quante volte fa soffrire anche la felicità, almeno lo dicono sui romanzi! (Cesira)
  • I fotografi caro mio, sono degli artisti. Io scruto, io osservo, io guardo, io penetro lo sguardo, io, io sono un obiettivo vivente. (Mario)

DialoghiModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Cesira [cantando]: O mia bela Madonina, | che te brilet de lontan, | tota d'ora e piscinina, | ti te dominet Milan. 'Giorno zia, dormito bene?
    Tina: Che vi stavate chiacchierando di la voi due?
    Cesira: Niente! Si parlava.
    Tina: D'amore! Qui non si parla che d'amore. Amore alla mattina, amore a mezzogiorno, amore di sera!
  • Agnese: Ecco guarda! Cercasi giovani ambosessi, lavoro facile e buon guadagno. Io ci vado!
    Tina: E tu non sei ambosesso, tu sei donna, e il tuo posto è la casa, la cucina!
  • Agnese: Scusi, lei è il signor Mario?
    Mario: Io?
    Agnese: Cesira non è venuta e allora.. Be' io a lei la conosco, Cesira me ne ha parlato tante volte. Io sono la cugina di Cesira.
    Mario [incantato]: Lei è cugina di Cesira?

Altri progettiModifica