Il Moretto

pittore italiano

Alessandro Bonvicino, detto il Moretto, o Moretto da Brescia (1498 ca. – 1554), pittore italiano.

Alessandro Buonvicino detto il Moretto pittore (Carlo Ridolfi, 1648)

Citazioni sul MorettoModifica

  • Moretto, condiscepolo del Romanino, più s'avvicina ad essere grande artista fra i coetanei dell'Italia Settentrionale, eccettuando Venezia; dove pure egli non avrebbe ceduto a uomini come Paris Bordone e Bonifazio. È vero che non ha lasciato immagini del fastoso e giojoso sogno rinascimentale, quali essi lasciarono nel «Doge e il Pescatore» e nel «Banchetto dell'Epulone». Il suo colore non è talmente lieto; e ai suoi brutti momenti egli cade più in basso di Paris e Bonifazio; ma ha più poesia, più forza nel disegno, e così è miglior compositore. Grazie a tali doni, quando ci dà quanto sa dare, le sue figure sono convincenti, le membra hanno peso e i torsi sostanza; o potremo sempre molto perdonargli, per la trepida, lirica gravità del colorito, tutto macchiato di luci e ombre. Oltre a questo, egli ha inconsuete virtù d'espressione, e un vivo senso dei significati spirituali. (Bernard Berenson)

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica