Apri il menu principale

Honoré Gabriel Riqueti de Mirabeau

scrittore e diplomatico francese
Honoré Gabriel Riqueti de Mirabeau

Honoré Gabriel Riqueti, conte di Mirabeau (1749 – 1791), scrittore, diplomatico e rivoluzionario, agente segreto e uomo politico francese.

Indice

Citazioni di Honoré Gabriel Riqueti de MirabeauModifica

  • L'uomo è coinvolto nel circolo di una grande legge: la legge del movimento impresso alla materia. Ogni ordine morale, ogni ordine sociale, ogni ordine nazionale o internazionale è sottoposto alla legge primitiva, essenziale, fondamentale della necessità fisica.[1]
  • Ognuno è o crede di essere libero nella sua sfera, e ognuno è attratto dalla vista del proprio bene a concorrere al bene universale.[2]
  • L'uomo, come tutto il resto della creazione, è sottomesso e inglobato nelle leggi essenziali dell'ordine naturale [...] il termine fisiocrazia è inteso proprio in questo senso: è dalle cose che gli uomini sono governati.[3]
  • [Su Robespierre] Quest'uomo andrà lontano, perché egli crede in tutto ciò che dice.[4]
  • Sono arrivato alle prostitute: è un compito piacevole e un vero libro morale.[5]

Citazioni su Honoré Gabriel Riqueti de MirabeauModifica

BibliografiaModifica

  • (FR) Honoré Gabriel Riqueti de Mirabeau, Philosophie rurale, ou Économie générale et politique de l'agriculture, Amsterdam, 1763.
  • Bruno Miglio (a cura di), I fisiocratici, Laterza, 2001.

NoteModifica

  1. Da Philosophie rurale, vol. I, p. XVII; citato in Miglio, p. XX.
  2. Da Philosophie rurale, vol. I, p. 50; citato in Miglio, p. XXI.
  3. Da Précis de l'ordre légal, Amsterdam, 1768, p. 216; citato in Miglio, p. XX.
  4. Citato in George Rudé, Robespierre, traduzione di Maria Lucioni, Editori Riuniti, 1981.
  5. Citato in Focus N. 97, p. 190.    fonte da migliorare

Altri progettiModifica