Henry Guiochet

Henry Guiochet (–), scrittore e psicologo francese.

Conoscersi fra ragazzi e ragazzeModifica

IncipitModifica

Una differenza sostanziale
Fra l'uomo e la donna non c'è alcuna identità: né sotto il profilo fisico né sotto quello psicologico. Può sembrare un'affermazione paradossale, eppure è così: essi sono totalmente differenti l'uno dall'altra. Con questa precisazione: tale differenza non è di opposizione o di contraddizione – anche se a volte ciò può sembrare – ma di una pressocché perfetta complementarità.

CitazioniModifica

  • La sessualità non è qualcosa di sovrapposto alla persona umana, qualcosa di «aggiunto», ma un'impregnazione dell'essere tutto intero. (p. 19)
  • [...] la vocazione dell'uomo è di essere capo. [...] La vocazione della donna è invece di essere madre in senso pieno, nel corpo e nell'anima. (p. 29)
  • Una vita vale quel che vale il suo amore. (p. 79)
  • La maternità spirituale può realizzarsi in una vocazione religiosa o in una vocazione sociale; la maternità carnale si realizza invece nella vocazione matrimoniale. (p. 164)
  • Una celebre scrittrice francese ha affermato: «L'uomo comincia a fare sul serio quando comincia a diventare ridicolo». (p. 189)
  • I nostri atti ci seguono, creando orientamenti, sentimenti, giudizi, valutazioni implicite, modi di reagire, atteggiamenti, abitudini: in un lento, insensibile costruirsi in noi, e magari contro di noi, di una natura nuova. (p. 194)

BibliografiaModifica

  • Henry Guiochet, Conoscersi fra ragazzi e ragazze (Psycologie comparée garçon-fille), traduzione di E. Quarelli, Piero Gribaudi Editore, Torino, 1968.