Guido Calogero

filosofo, saggista e politico italiano

Guido Calogero (1904 – 1986), filosofo, saggista e politico italiano.

Citazioni di Guido CalogeroModifica

  • Il paese si tassò con una decima di nuovo genere, i piccoli abruzzesi dovettero sfamarsi ancora meno di prima, per evitare che biondi giovani della Scozia e negri giganti del Sud Africa perissero d'inedia nelle grotte della Genzana.[1]
  • La libertà che si deve amare è [...] la libertà dell'altro. Solo a tal patto l'amore per la libertà non è un'aspirazione egoistica, ma un'idea morale, anzi il solo ed esclusivo contenuto dell'esperienza morale.[2]

Citazioni su Guido CalogeroModifica

  • Chi guarda nel cannocchiale e vede cose diverse da quelle che vedo io è sempre uno che può insegnarmi molte cose, e lo leggerò con l'atteggiamento del discepolo che vuole capire ciò che ancora non gli è chiaro; se poi discuterò le sue conclusioni, lo farò col rispetto e con la riconoscenza che dobbiamo a quelli che hanno aperto la strada sulla quale ci prepariamo ad andare oltre, valutando il suo procedimento a posteriori sulla base degli argomenti, non a priori confrontando le sue conclusioni con le mie. È l'atteggiamento che il mio maestro Guido Calogero mi ha insegnato a chiamare «volontà di capire» o «spirito del dialogo». (Antonio Capizzi)
  • Prendo ad esempio Calogero: laicità è un metodo di convivenza di tutte le ideologie e di le filosofie possibili, che debbono rispettare, come regola primaria, il principio che nessuno può pretendere di possedere la verità. (Carlo Flamigni)

NoteModifica

  1. Da Il pugno di farina, Mercurio, anno I, numero 4, dicembre 1944; riportato in Bibliotecaginobianco.it.
  2. Da La scuola dell'uomo, a cura di Paolo Bagnoli, Diabasis, 2003.

Altri progettiModifica