Apri il menu principale

Wikiquote β

Ramón Gómez de la Serna è considerato da molti l'inventore del genere greguería.

Raccolta di greguerías.

Indice

GregueríasModifica

  • Le fiumane sono strade che camminano e che portano dove si vuole andare. (Blaise Pascal)

Tiziano ScarpaModifica

  • Frugando nel mio ombelico, non si cava un ragno dal buco.
  • I miei capezzoli sono due dischi volanti parcheggiati sul petto.
  • I miei testicoli sono due globi oculari di riserva.
  • Le mie palpebre sono due ghigliottine che tagliano la testa alla luce.

Ramón Gómez de la SernaModifica

  Per approfondire, vedi: Mille e una greguería.
  • Azionava il suo accendino come uno che si suicida elegantemente.
  • L'opera è la verità della menzogna, il cinema è la menzogna della verità.
  • Le vongole sono le nacchere del mare.
  • Se uno conosce troppo se stesso, smette di salutarsi.
  • Tuono: un baule rotola giù dalle scale del cielo.

Citazioni sulle gregueríasModifica

  • È difficile tradurre la paroletta «gregueria» senza ricorrere a qualche esempio. I dizionari spagnoli le attribuiscono il pesante valore italiano di «schiamazzo», «cagnara», ma non è il giusto significato, neppure in via approssimativa. (Giovanni Artieri)
  • Le greguerías hanno qualcosa dell'indovinello, evitano l'aspetto del colmo e non devono mai essere barzellette o facezie, per quanto lo possano sembrare. Non devono somigliare a nulla che sia già stato detto. Non sono riflessioni né hanno niente a che vedere con esse, giacché bisogna diffidare delle riflessioni, che sono come quelle palle di neve che fabbricano i monelli cattivi nascondendo una pietra dentro la neve. La greguería non è nemmeno aforistica. L'aforisma è enfatico e sentenzioso. Io non lo pratico. (Ramón Gómez de la Serna)
  • Umorismo + metafora = greguería (Ramón Gómez de la Serna)

Altri progettiModifica