Giuseppe Moncalvo

attore teatrale italiano

Giuseppe Moncalvo (1781 – 1859), attore italiano.

Citazioni su Giuseppe MoncalvoModifica

  • Un attore, nel suo genere, di lui più perfetto io non l'ho mai veduto. Se i naturali svantaggi della persona gli avessero permesso di rappresentare la parte di Alessandro, di Filippo, di Saul come quella di Meneghino, io dico che un Alessandro, un Saul, un Filippo, come Giuseppe Moncalvo, non ci avrebbero fatto veder mai né Morochesi, né Demarini, né Modena, né Salvini, né alcun altro della sua stirpe. (Angelo Brofferio)

Francesco RegliModifica

  Citazioni in ordine temporale.

  • Fu attore unico nel suo genere, e d'una popolarità straordinaria: di motti arguti e pungenti, d'una naturalezza e disinvoltura senza paragoni, malizioso e satirico, pronto più che un poeta improvvisatore.
  • Al suo apparire sulla scena l'ilarità e il buonumore comunicavansi allo spettatore come una favilla elettrica: poteva chiamarsi il Guadagnoli parlante, e la Polizia lo chiamava spesso... per tenerlo in freno. Né solo amava le lepidezze e gli scherzi; istruiva il popolo alla buona e sana morale, e sulla ciurmaglia di Porta Ticinese o di Porta Comasina deve avere operato più d'un miracolo con le sue satire e le sue allusioni.
  • Ecco il suo testamento: Lascio il corpo alla terra, lo spirito a Dio, il cervello all'Italia ed il cuore a Milano. E basta questo a mostrare come all'artistica valentìa fosse in lui pari la bontà e la generosità dell'animo.

Altri progettiModifica