Apri il menu principale

Giovanni Costa

pittore italiano, noto come Nino Costa (1825-1903)
Nino Costa: Alla fonte (La ninfa del bosco)

Giovanni Costa, detto Nino (1826 – 1903), pittore, militare e politico italiano.

Citazioni su Giovanni CostaModifica

  • Anche la Ninfa del bosco[1] (cominciata nel 1862, attendendovi l'artista fino, si può dire, al giorno della morte), è una gran battaglia campale più che una grande vittoria. Certo, nell'arte italiana moderna, nessuno si propose, non Fattori, non Segantini, qualche cosa di tanto alto. [...]. Quanto il Costa poteva ottenere in fatto di grazia, nella Ninfa l'ha ottenuto, nonostante, anche costì, la macchinosa incubazione. Si dice fra l'altro, che le più belle donne di Roma non rifiutarono di prestare, e tornare a prestare inesauribilmente le loro gambe, per modello alla Ninfa; e la nobiltà dell'artista era tale da rassicurare anche il più geloso pudore. La volontà dello stile mette un che di fisso nel modellato delle carni, e raffrena il colore in una gelidità fra marmorea e madreperlacea. E si scuopre anche più nel partito di contrasto con la sorda massa di pietra, a lato della donna; contrasto spazialmente troppo insistito, ma che, nella pietra, offre motivo a un bel pezzo di pittura; mentre per lo sfondo alberato e il terreno non par possibile dire altrettanto. (Emilio Cecchi)

Adriano CecioniModifica

  • I lavori del Costa non sono quadri da esposizione, sono esclusivamente per le persone che hanno un senso fine e squisito dell'arte; e le persone così dotate capiscono e gustano la sua pittura, fino al punto di provare gran piacere guardandola.
  • Nino Costa è romano di nascita, di statura e di cuore, sebbene non sia apprezzato da' suoi concittadini quanto merita; ha gli occhi piccoli, penetranti e sempre in movimento; i capelli radi sulla testa, il naso grosso; muove la testa a scatti ha delle uscite scorbellate, ma non triviali; è, in certi casi, di una compitezza esemplare; sa mantener il suo posto in qualunque occasione e in faccia a ognuno; ama molto le gentilezze, che sa dal canto suo molto ben ricambiare; è un poco sospettoso, effetto forse del suo acume; sdegna le bassezze, fino al punto di non poterle tollerare; è franco e risoluto nelle maniere e nel dire ciò che pensa.
  • Un altro dei primarî artisti italiani è Giovanni Costa. Egli appartiene al piccolo numero delle personalità che onorano l'arte; non è artista per educazione, ma per natura. Io non so immaginare che il Costa possa fare nel mondo un'altra cosa fuori della pittura, mentre ci sono tanti e tanti che fanno i pittori e gli scultori senza che a me riesca di spiegare il perché.

NoteModifica

  1. Alla fonte (La ninfa del bosco), Galleria d'arte moderna di Roma Capitale.

Altri progettiModifica