Gianni Tamino

biologo e politico italiano

Gianni Tamino (1947 – vivente), biologo e politico italiano.

Citazioni di Gianni TaminoModifica

  • Le prove su animali non hanno alcun valore predittivo per l'uomo, e costituiscono un alibi per poter procedere a una sperimentazione sulle persone senza le dovute precauzioni.
    Questi test forniscono inoltre "l'incertezza della prova", che esonera le aziende produttrici di farmaci dalla responsabilità civile e rappresentano infine un ostacolo alla diffusione dei nuovi metodi di ricerca. Sono di gran lunga, questi ultimi, più predittivi per l'uomo, più esaurienti nelle risposte, oltre che mille, se non milioni di volte, più rapidi e economici.[1]
  • Se noi volessimo coprire il 10% del fabbisogno energetico italiano con biomasse, dovremmo avere una superficie tre volte l'Italia adibita alla coltivazione di biomasse [...].[2]
  • Se vogliamo realmente riciclare la materia, non possiamo pensare di bruciarla, dato che in gran parte i composti di combustione non rientrano tra quelli presenti nei cicli biogeochimici.[3]
  • Tendenzialmente sembrerebbe più conveniente coltivare per bruciare [le biomasse] e poi importare cibo da fuori Italia [...]. In pratica, il rendimento energetico è basso, la possibilità di coprire quote significative di energia in questo modo è pazza. Se io non produco cibo, il cibo lo devo importare. E il cibo importato mi costa caro. Dov'è la convenienza collettiva? Chi ci guadagna?[2]

NoteModifica

  1. Citato in Margherita D'Amico, Muoiono cavie umane, farmaco già testato sugli scimpanzé, richiamo-della-foresta.blogautore.repubblica.it, 18 gennaio 2016.
  2. a b Da Intervento di Gianni Tamino biologo 3 di 4, YouTube, 2 ottobre 2009.
  3. Da Rifiuto: riduco e riciclo, a cura di Stefano Montanari, Arianna Editrice, Bologna, 2009, p. 29. ISBN 978-88-87307-63-4

Altri progettiModifica