Garth Stein

scrittore e produttore cinematografico statunitense

Garth Stein (1964 — vivente), scrittore e produttore cinematografico statunitense.

Incipit di alcune opereModifica

Corvo rubò la lunaModifica

John Ferguson, in piedi sul molo accanto all'idrovolante, osservava la piccola figura sull'imbarcazione azzurra che si avvicinava e il rumore del grosso motore fuoribordo lacerò il silenzio del tranquillo mattino d'Alaska, facendo alzare in volo uno stormo di oche.[1]

L'arte di correre sotto la pioggiaModifica

I gesti sono tutto ciò che ho, e a volte devono essere eclatanti. Se mi capita di esagerare e sconfinare nel melodramma è perché sono costretto a farlo, per comunicare in modo chiaro ed efficace. Per farmi capire, senza dubbi o malintesi. Sulle parole non posso contare perché, con mio grande dispiacere, la mia lingua è stata concepita lunga, piatta e floscia, uno strumento davvero poco efficace per rigirarmi in bocca il cibo quando mastico, e ancora meno efficace per produrre quegli ingegnosi e complicati polisillabi che messi insieme formano le frasi. Ecco perché adesso me ne sto qui in cucina ad aspettare che Denny torni a casa – dovrebbe arrivare a momenti – sdraiato sulle fredde piastrelle del pavimento, in una pozza della mia stessa urina.

NoteModifica

  1. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

BibliografiaModifica

  • Garth Stein, L'arte di correre sotto la pioggia, traduzione di Federica Merani, 2010. ISBN 9788856616699

Altri progettiModifica

OpereModifica