Apri il menu principale
Furio Colombo, 1996

Furio Colombo (1931 – vivente), giornalista e scrittore italiano.

Citazioni di Furio ColomboModifica

  • [Sul libro Adriano Olivetti: Un secolo troppo presto] Forse il più bel testo di politica contemporanea.[1]
  • Sono in grado di dire e di sapere che non si è trattato di una guerra preventiva, di cui anche oggi parla la propaganda araba. Ho visto una rapida e mobile guerra di difesa, di un Pese conscio del suo rischio estremo e organizzato per sopravvivere. I primi carri armati giordani centrati dai colpi israeliani erano a due-trecento metri dalle mura di Gerusalemme.[2]

PrivacyModifica

IncipitModifica

"E QUESTO COS'È?"
Una giovane donna si è voltata di colpo verso lo schermo. Scuote i capelli lunghi raccolti a coda di cavallo. Punta il dito sull'immagine. Niente camici, in questo laboratorio. Persone giovani si spostano in fretta da un monitor all'altro, seguendo forse una sequenza obbligata.
Lei però si è fermata e continua a battere il dito sullo schermo acceso. Si vedono figure in movimento frenetico, colori intensi, macchie, forme che si scontrano e sciolgono, uno strano paesaggio che continua a cambiare.
"Non ci interessa, chiaro? Non è quello che stiamo cercando. Il cervellone dice che di quella storia se ne sbatte" risponde una voce maschile, qualcuno che ha, o si è assunto, il ruolo di calmare le emozioni e razionalizzare il lavoro.

CitazioniModifica

  • Il corpo è una superficie di incrocio di molteplici codici d'informazione, dal codice genetico fino a quelli della informatica. Il mondo cyber in cui viviamo ha dissolto l'organico in una serie di flussi elettronici. A questo punto si pone il problema di come ripensare l'unità del soggetto umano collegando mente e corpo in una nuova concezione del sé.

Citazioni su Furio ColomboModifica

  • Colombo: fa un giornale aggressivo, gridato, eccessivamente polemico, intellettualmente intollerante, per niente liberal. (Renzo Foa)
  • Furio Colombo. Come fa un salottiero con la erre arrotata un tempo sponsorizzato dalla Fiat a dirigere l'Unità? (Alessandro Cè)
  • Furio è un uomo di notevolissima dirittura e di grandissima preparazione. (Luca Giurato)

NoteModifica

  1. Da L'Olivetti dei sogni perduti, ilfattoquotidiano.it, 27 novembre 2011.
  2. Da La mia Gerusalemme, Geo, n. 29, maggio 2008.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica